Cronaca

Costi dell'energia, Palermo terza in Italia: "Rinegoziare le tariffe delle bollette"

Nel capoluogo si spendono quasi 850 euro all'anno. Troppi per il deputato nazionale di Ala Saverio Romano: "Utenti penalizzati dal rapporto oneroso tra il costo che devono sostenere e il servizio loro offerto"

"Palermo al terzo posto per i costi dell'energia. A Roma si registra il consumo più alto d'Italia: nella capitale, nel 2015, si spendono quasi 1016 euro all'anno per 4199 kWh consumati, con un aumento del 15,5% dei consumi energici rispetto al 2014. Al secondo e al terzo posto si classificano rispettivamente Cagliari con circa 913 euro annui di bolletta della luce e Palermo con più di 847 euro". Lo ha detto il deputato nazionale di Ala Saverio Romano, per il quale occorre una rinegoziazione territoriale.

"Ma non basta, al danno, i palermitani, devono aggiungere la beffa - ha aggiunto -: troveranno una voce in bolletta riferita al contributo che pagano per le fonti rinnovabili ed assimilabili (CIP 6), in essa compresi i termovalorizzatori distribuiti sul territorio nazionale (53) di cui ben 13 in Lombardia e nessuno in Sicilia. Occorre rinegoziare le tariffe a livello nazionale e riprendere dialogo e contrattazione con le compagnie che erogano il servizio, che oggi penalizza oltremodo le imprese che operano nel nostro territorio e i cittadini-utenti, alle prese con un rapporto oneroso tra il costo che devono sostenere e il servizio loro offerto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costi dell'energia, Palermo terza in Italia: "Rinegoziare le tariffe delle bollette"

PalermoToday è in caricamento