Virus, in Sicilia netto aumento dei contagi: 89 nuovi casi ma solo 5 a Palermo

E' la Regione con l'incremento maggiore in 24 ore. Pesano i 64 migranti positivi accertati nel Ragusano. L'assessore alla Salute tuona: "Pesanti sottovalutazioni da Roma". Intanto dall'Asp del capoluogo siciliano arriva il monito per Ferragosto: "Non si abbassi la guardia"

Schizzano i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia: 89 nuovi casi in 24 ore. Cifra sulla quale pesano però i migranti contagiati che si trovano nel Ragusano, ovvero 64. (E' di 71 il totale degli extracomunitari risultati positivi se si guarda a tutta la regione ndr). Secondo i dati del ministero della Salute adesso nell'Isola il totale dei positivi è di 538 persone. I ricoverati con sintomi sono 44 (un paziente in meno rispetto a ieri) e in Terapia intensiva ci sono sei persone per un totale di 50 ospedalizzzati. Sale da 399 a 488 il numero delle persone in isolamento domiciliare. C'è un guarito in più, che porta il numero a 2.752 e i decessi sono fermi a 284. 

Questa la situazione nelle province dell'Isola: Ragusa segna un incremento di 72 casi. Poi molto staccate le altre provice: Siracusa + 7, 
Catania + 5; Palermo + 5. Nessun nuovo caso a Messina, Enna, Agrigento, Trapani e Caltanissetta.

Donna positiva al Covid a Capaci

Coronavirus, positiva una dipendente delle Poste di via La Malfa

11 agosto-2

I controlli

La segreteria provinciale della Fials riporta l'attenzione sul sistema dei laboratori adibiti alle analisi anti Covid nel Palermitano e sulla chiusura notturna di uno dei laboratori del Policlinico. Il sindacato chiede che "l’Asp si doti subito del servizio h24 per l’esame dei tamponi così come tutte le altre aziende. In caso contrario si potrebbero creare gravi disagi per i pazienti nei pronto soccorso”. 

“L’Asp deve garantire il proprio laboratorio h24 come hanno fatto tutte le altre aziende – dice Enzo Munafò, segretario provinciale Fials Palermo - Anche il policlinico, pur tra difficoltà legate al trasferimento di personale, sta sopperendo alle carenze per garantire il servizio. Ma il solo laboratorio del policlinico non riuscirà a far fronte al fabbisogno di esami. I vari pronto soccorso dell’Asp, dall’Ingrassia, a Partinico, a Termini, a Petrelia, quasi certamente si congestioneranno. I cittadini stazioneranno più tempo nei pronto soccorso, ci saranno gravi disagi”. Da qui la proposta: “L’assessorato – prosegue Munafò - deve autorizzare la Direzione generale affinchè utilizzi le graduatorie di biologi e tecnici che ci sono per assumere altro personale, anche a tempo determinato, visto che un tecnico e un biologo mediamente vengono inviati ogni tre giorni per i tamponi da effettuare a turisti e migranti. Già sei biologi sono stati assunti dalla graduatoria ma evidentemente non bastano a coprire un servizio h24. Quindi oltre a reclutare altro personale, a questo punto, piuttosto che fare viaggiare i medici con costi esorbitanti tanto vale fare viaggiare solo i tamponi con i quattro voli giornalieri di cui dispone l'Osola". La Fials chiede inoltre all’assessorato e alla Protezione civile “aggiornamenti circa i 12 mila test sierologici che sono stati consegnati dalla Protezione civile all'Asp e quanti ne sono stati utilizzati. Se sono stati tutti effettuati e/o quanti eventualmente ne sono rimasti”.

Ferragosto, feste e pericoli

In vista di Ferragosto dall'Asp arriva un invito alla prudenza.  A farlo è il direttore generale Daniela Faraoni che si rivolge ai palermitani: "Non possiamo ora vanificare gli sforzi fatti. Pertanto, l’invito rivolto a tutti i cittadini è di non abbandonare le regole di prudenza, soprattutto, nel mantenimento della distanza interpersonale e nell’utilizzo della mascherina, allontanandosi, ove possibile, da assembramenti che sono, sempre, una fonte di rischio".

Appello dell'Asp alla vigilia di Ferragosto: "Occhio, il virus c'è ancora"

La questione migranti

E' ancora infuocato il dibattito sulla gestione dei migranti. L'assessore alla Salute Ruggero Razza ha reso noto che "a Pozzallo altri 64 migranti sono risultati positivi al Coronavirus. Tutto questo in un solo giorno! Spero che adesso si capisca perché da mesi parliamo della necessità di un protocollo sanitario e di pesanti sottovalutazioni da parte di Roma". Per Razza "le (non) decisioni adottate stanno contribuendo drasticamente al contagio continuo dei migranti tra loro con pesanti ripercussioni in termini di sicurezza - ha aggiunto -. Spero che ora tutti comprendano che nessuno ha mai voluto strumentalizzare alcunché: semmai si sta verificando semplicemente quello che avevamo rappresentato da subito alle autorità competenti. Basta. La Sicilia non lo merita!”.

Vacanzieri contagiati

In queste ore a fare discutere non è solo la vicenda dei migranti ma anche quella dei vacanzieri, italianissimi, che tornando a casa dopo un soggiorno all'estero e risultano positivi. "Sono preoccupato per coloro che tornano dalle vacanze. I casi di contagio riguardano più queste persone che non i migranti che vengono controllati e quarantenati", ha detto il viceministro della salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto in merito al rischio che la curva dei contagi possa impennarsi.

Intervistato durante la trasmissione “Agorà” su RaiTre, Sileri ha ribadito la necessità di prestare "massima attenzione" ai migranti, che "devono essere testati" e "controllati perché non devono fuggire”, ma si è definito "più preoccupato dei casi che arrivano in business class”, riferendosi ai numeri casi di positivi riscontrati in seguito al ritorno di numerose persone da vacanze all’estero. Al momento infatti, ha fatto notare Sileri, i contagi "che osserviamo sono più dovuti a persone che tornano dalle vacanze. Ne abbiamo diversi di focolai che sono stati circoscritti e chiusi".

Il viceministro Sileri: “Preoccupa più chi torna dalle vacanze all’estero che i migranti”

La situazione in Italia

Sono 412 i casi registrati nelle ultime 24 ore, in crescita rispetto ai 259 di ieri quando però erano stati analizzati solo 26 mila tamponi contro i 40 mila odierni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Totale casi: 251.237 +412
Deceduti: 35.215 (+6)
Dimessi/Guariti: 202.461 (+213)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 49 (+3)
Ricoverati con sintomi: 801 (+22)
Tamponi: 40.642
Attualmente positivi: 13.561 (+193) 

I nuovi casi in Italia e la mappa dei focolai

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento