Donna positiva al Covid a Capaci, il sindaco: "Già ricostruiti spostamenti e contatti"

Non si esclude che sia stata contagiata da una parente milanese giunta nell'Isola in vacanza. A rendere noto il caso è il primo cittadino Pietro Puccio che invita tutti ad "accortezza, prudenza, e raziocinio"

Un nuovo caso di Coronavirus è stato registrato a Capaci. Si tratta di una donna, in buone condizioni generali, posta in isolamento domiciliare. A renderlo noto è il sindaco Pietro Puccio. "Siamo appena venuti ufficialmente a conoscenza - scrive su Facebook - di un nuovo caso di Coronavirus a Capaci. Si tratta di una donna sulla quarantina, sposata e con figli. Sono già scattate tutte le misure di profilassi del caso da parte dell’Asp di Palermo ed è stata già effettuata la mappatura degli spostamenti e dei contatti con altre persone avuti dalla signora in questione. La signora sta complessivamente bene, si trova in isolamento domiciliare, assieme ai propri familiari, i quali non frequentano abitualmente luoghi di ritrovo cittadini. In ogni caso, tutte le persone con cui la signora edi suoi familiari sono venuti a contatto, verranno contattate e informate entro alcune ore, per cui ci sembra perfettamente superfluo e inutile dar fiato alla solita litania sterile ed inconcludente sul chi è, dove è stata, chi ha frequentato... ".

Il sindaco spiega che "Molto probabilmente il contatto può essere avvenuto con una parente milanese venuta nei giorni scorsi in vacanza in Sicilia. Il nuovo caso, scoppiato nel nostro paese a pochi giorni dal Ferragosto, ci ricorda che il virus è ancora tra noi, che è sempre subdolo ed insidioso, che bisogna sempre rispettare le poche elementari regole che ormai abbiamo imparato a memoria come un rosario: obbligo delle mascherine, soprattutto nei locali chiusi e quando si è a stretto contatto fisico con le persone, distanziamento interpersonale, lavaggio frequente delle mani. In questi giorni di caldo, di svago e di spensieratezza, non ci sembra vano ricordare a tutti un supplemento di prudenza, di accortezza, di prudenza, di raziocinio".

Da qui il monito: "Dobbiamo avere rispetto per tutti, principalmente per noi stessi, per gli interlocutori, per i familiari, per gli anziani. Rivolgiamo un pressante invito ai genitori, affinché esercitino fino in fondo con senso di responsabilità il loro ruolo, sensibilizzando i propri figli a comportamenti prudenti e virtuosi. Superato questo tormentato e complicato periodo storico (ci auguriamo, al più presto), avremo sicuramente altri momenti ed altre occasioni di divertimento, di svago, di vacanza: torneremo tutti ad abbracciarci, a baciarci, a ballare, a tuffarci in mezzo alla folla, a frequentare locali affollati. Non dimentichiamo però che, un momento di incoscienza o di superficialità può costarci terribilmente caro o farci avere dei rimorsi per tutta la vita".

Solo stamattina si è appreso invece di un contagio tra i dipendenti delle Poste di Palermo, nella sede di via La Malfa. Anche in questo caso sono stati così applicati i protocolli sanitari previsti in questi casi ed è scattato il contact tracing, ovvero il tracciamento degli spostamenti e dei contatti delle persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento