Pugno in faccia all'autista dell'autobus, individuato l'aggressore

A distanza di tre giorni la polizia ha denunciato l'uomo che sabato scorso aveva colpito il conducente della linea 102. Si tratta di un 42enne. Era stato invitato a scendere dal mezzo perché non rispettava il distanziamento previsto dalle norme anti Coronavirus

A distanza di tre giorni la polizia ha individuato e denunciato l'uomo che sabato scorso aveva aggredito un autista Amat su un autobus della linea 102, quella che collega la stazione centrale a via Notarbartolo. Si tratta di un 42 enne (B.G. le sue iniziali). L'episodio si era verificato nella serata di sabato scorso all'angolo tra via Roma e via Cavour.

Autista colpito con un pugno in faccia

Il conducente aveva invitato il passeggero a scendere dal mezzo - perché non rispettava il distanziamento previsto dalle norme anti Coronavirus - e per tutta risposta si era beccato un pugno in faccia. L'uomo è stato denunciato in stato di libertà. Si tratta di un pregiudicato che al momento risultava già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma per alcuni precedenti furti dentro al Forum. 

"I poliziotti del commissariato Centro hanno lavorato senza sosta per giungere all’identificazione del malvivente - dicono dalla questura -. Il 42enne aveva minacciato l’autista, affiancandolo nell’abitacolo della vettura, dopo avere rotto la catena che separa l’area dell’autista da quella dei passeggeri.  Senza un apparente motivo, l'uomo si sarebbe rifiutato di allontanarsi dall’area interdetta ai passeggeri ed avrebbe intimato all’autista di procedere lungo il tragitto, saltando le fermate. L’autista, arrivato in via Roma all’altezza di via Cavour, una volta sceso dal bus sarebbe stato colpito con un pugno al volto dal malvivente che si è poi allontanato a piedi".

La polizia nel corso delle ultime ore "ha minuziosamente ricostruito il quadro dell’aggressione ed è arrivata alla identificazione dell’autore del blitz - raccontano dalla questura -. L’uomo è già stato raggiunto nel suo domicilio e risulta denunciato in stato di libertà".

Il questore di Palermo, Renato Cortese, ha espresso soddisfazione per la tempestiva individuazione del 42enne "che - si legge in una nota - si è reso responsabilie di una violenza immotivata e resa ancor più inaccettabile dalle generali difficoltà che i lavoratori pubblici e privati, quindi anche gli attori del trasporto pubblico cittadino, sono costretti ad affrontare in questo particolare periodo della nostra storia. L’individuazione dell’aggressore da parte della polizia è il segnale di un impegno rafforzato sul fronte del contenimento e della repressione dei reati di natura “urbana” perpetrati su mezzi pubblici, così come auspicato dai vertici della stessa azienda municipalizzata cittadina, attraverso una formale richiesta indirizzata al Questore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento