rotate-mobile
Cronaca

In campo ogni giorno oltre 100 spazzini: tra un mese scatta il piano di pulizia straordinaria della città

Al via il 12 settembre le attività di diserbo e rimozione dei rifiuti abbandonati per strada, programmate dalla Giunta, che verranno eseguite da Rap e Reset. Lagalla e Mineo ai cittadini: "Aiutateci a tenere puliti gli spazi pubblici"

Diserbo, spazzamento e rimozione dei rifiuti abbandonati per strada: sono queste le principali attività che rientrano nel piano di pulizia straordinaria della città varato dalla Giunta comunale, che scatterà il prossimo 12 settembre. Un programma di interventi, suddiviso per quartieri, da completare in 60 giorni lavorativi (85 di calendario) fino al 6 dicembre. Il piano è frutto della collaborazione tra la Rap e la Reset, il cui costo progettuale - concordato fra le parti - rientra nell’ambito delle previsioni di spesa dell'accordo di programma vigente per le attività di diserbo del 2022.

In campo oltre 100 operatori ecologici 

Il piano prevede ogni giorno l’impiego contemporaneo delle seguenti risorse: 90 operatori ecologici per lo spazzamento, 12 operatori per il ritiro di ingombranti su strada, 3 operatori-autisti di spazzatrici, 6 autocarri per la raccolta degli ingombranti, 7 autocarri a vasca, 3 autospazzatrici, 5 decespugliatori, 5 soffiatori a scoppio e 3 autocompattatori (postazioni raccolta utilizzate per la trasferenza).

Le attività di spazzamento e sanificazione

La produttività di progetto del singolo operatore nella singola giornata lavorativa per l’attività di spazzamento è stimata a circa 280 metri di asse stradale (vale a dire a circa 560 metri di cunetta-marciapiede). Invece, per le spazzatrici meccaniche si stima una produttività di circa 1.800 metri di asse stradale (ovvero 3.600 metri circa di cunetta-marciapiede). In contemporanea sarà effettuato un servizio di spazzamento meccanizzato, a supporto delle quali saranno assegnati almeno due operatori per ciascuna macchina impegnata nel territorio assegnato. Questi avranno il compito di agevolare le attività di spazzamento grazie anche all'utilizzo di soffiatori. A tal proposito è previsto l'impiego di 5 soffiatori in uso ad altrettanti operatori ecologici della Rap. A completamento delle attività programmate, è prevista una attività di disinfezione e sanificazione di tutte le aree interessate agli interventi di pulizia.

Attività di rimozione dei rifiuti abbandonati

Durante l’intera durata dell’iniziativa, sei squadre composte da almeno due operatori, con l’utilizzo di autocarri a vasca e autocarri a pianale per i rifiuti ingombranti e Raee anticiperanno le squadre dedite allo spazzamento, provvedendo alla rimozione dei rifiuti presenti nelle aree interessate e il successivo conferimento nelle piattaforme autorizzate.

Monitoraggio e controllo

Il piano sarà sottoposto ad una capillare attività di monitoraggio. I controlli saranno affidati ai responsabili di area e di settore di Rap e Reset. A tale scopo dovranno essere compilati dei moduli in cui verrà annotato, quartiere per quartiere, oltre all'esito degli interventi (in termini di innalzamento della qualità della pulizia e del decoro urbano), anche eventuali criticità che si dovessero quotidianamente registrare. Un modo per attuare immediate azioni correttive.

Lagalla ai cittadini: "Aiutateci a mantenere la pulizia" 

"Questo è un piano - afferma il sindaco Roberto Lagalla - che ho voluto fortemente e per il quale ho riunito in più di un’occasione i vertici di Rap e Reset, società dalle quali mi aspetto un’attiva collaborazione, in grado di portare i primi risultati attesi dai cittadini e dai tanti turisti in visita a Palermo. Il mio appello va anche a tutti i palermitani, affinché diano il loro contributo, aiutandoci a tenere puliti gli spazi pubblici. Ma è chiaro che il primo segnale è dovuto da parte dell’amministrazione. Ringrazio le aziende coinvolte per lo spirito di collaborazione che ho riscontrato in queste settimane, nel corso delle quali sono state avviate più puntuali attività di pulizia ambientale, anche se siamo ancora lontani da standard accettabili”.

Sulla stessa scia Andrea Mineo, assessore all'Igiene ambientale e ai rapporti con Rap e Reset, che conclude: "Il piano straordinario di pulizia, che andrà avanti fino a dicembre, deve rappresentare un modello di sinergia tra aziende municipalizzate per questa e altre attività che possano restituire decoro alle aree della città e servizi ai cittadini. Nel ringraziare Rap e Reset per l’impegno che sapranno mettere per la realizzazione di questo piano, è giusto sottolineare anche l’attività dell’Amap per potenziare la pulizia delle caditoie".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In campo ogni giorno oltre 100 spazzini: tra un mese scatta il piano di pulizia straordinaria della città

PalermoToday è in caricamento