Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

"Hanno sottratto i soldi dei biglietti", indagati 75 autisti dell'Ast

I dipendenti coinvolti si sono difesi sostenendo di aver trattenuto le somme come acconto sugli stipendi arretrati. L'inchiesta è stata avviata dopo un esposto del cda alla procura per un ammanco di 170 mila euro nei conti

Foto archivio

Metà degli autisti dell'Ast - l'azienda siciliana trasporti partecipata della Regione Siciliana, che garantisce il trasporto tra i vari comuni - è indagata per aver sottratto gli incassi dei biglietti venduti. Lo riporta il Giornale di Sicilia. I 75 autisti coinvolti si sono difesi sostenendo di aver tenuto i soldi come acconto sugli stipendi arretrati che non sono stati versati.

L'inchiesta è cominciata dopo un esposto del cda alla procura perchè il collegio dei revisori ha trovato un ammanco di 170 mila euro nei conti. L'esposto è stato presentato nei mesi scorsi e poi la Guardia di finanza avrebbe sequestrato materiale contabile. I fatti risalgono al 2015-2016. Sugli ammanchi, oltre all'indagine della procura, continua l'indagine interna dell'azienda.

La questione riguarda più che altro il singolare metodo di recupero del dovuto, visto che i soldi sono stati recuperati. La posizione degli autisti è sposata dai sindacati: "Parlare di furti è un grave errore - dice Amedeo Benigno, segretario regionale della Fit Cisl - I dipendenti trattenevano i soldi perché non ricevevano gli stipendi e avvertivano l'azienda con comunicazioni scritte. Dov'è lo scandalo? Le indagini confermeranno che i lavoratori erano disperati e alla fame, in un'azienda in profonda crisi". In analoghe situazioni, a Catania, Messina, Ragusa e Trapani, la magistratura ha deciso che non c'è reato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hanno sottratto i soldi dei biglietti", indagati 75 autisti dell'Ast

PalermoToday è in caricamento