Sport

Rajkovic risponde a Di Carmine, a Verona è pari nel deserto: il Palermo resta in vetta

Il difensore (dodicesimo marcatore in stagione) pareggia i conti nella ripresa in un Bentegodi vuoto per effetto della protesta dei tifosi di casa. Gli uomini di Stellone - settimo risultato utile consecutivo - mantengono la testa della classifica

Rajkovic in azione - foto archivio

Questo Palermo non sa più perdere, ma a Verona finisce 1-1. Di Carmine prima, Rajkovic poi provano a “infiammare” i pochi intimi di un Bentegodi a dir poco deserto (soltanto 2 mila spettatori). Dagli spalti infatti si sentono soltanto i tifosi palermitani. Minimo sforzo questa sera per i padroni di casa, bravi soprattutto a sfruttare una delle poche occasioni del match. Prima mezzora di gioco perfetta dei rosa poi, una leggerezza su palla inattiva, ha  rischiato di compromettere tutto. Ma alla fine arriva Rajkovic, che con la sua violenta incornata regala a Stellone il settimo risultato utile consecutivo. Così il Palermo sale a quota 25 punti in classifica, a più tre dal Pescara, che domani giocherà in casa con l’Ascoli. Nestorovski e compagni invece torneranno in campo venerdì 30 novembre, quando al Barbera arriverà il Benevento. 

L’abito cucito da Stellone per l’impegno di questa sera è davvero luccicante. Perché nonostante il Palermo giochi in trasferta - sul campo di una diretta concorrente (almeno sulla carta) - il tecnico rosanero non ha affatto rinunciato a una delle sue massime prerogative: affrontare le squadre avversarie gonfiando il petto e mostrando i muscoli. Falletti e Trajkovski esterni alti di centrocampo, con Moreo e Nestorovski in attacco. Un 4-4-2 che in fase offensiva è in grado di trasformarsi in un 4-2-4. Bellusci e Rajkovic davanti a Brignoli con Rispoli a destra e Aleesami a sinistra. Rimandato l’esordio dal primo minuto di Chochev, al suo posto c’è Haas. Un bel banco di prova per il tecnico dei veneti Grosso che risponde con un modulo a specchio definito dal tridente pesante composto da Matos, Di Carmine e Lee. Tanta velocità, per un Verona che ha provato a ferire il Palermo soprattutto in fase di ripartenza.

Segui il Palermo in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

L’approccio dei rosa rispecchia in pieno la filosofia di Stellone: Nestorovski e compagni sempre pericolosi, soprattutto sulle corsie, con gli esterni ampiamente supportati dai terzini di zona. Il Verona invece si limita a tamponare le manovre offensive degli ospiti portando quasi sempre nove pedine dietro la palla, provando quando possibile a riparte in contropiede. E infatti è proprio sugli sviluppi di una ripartenza che gli scaligeri beffano gli uomini di Stellone: palla recuperata a metà campo da Lee, l’attaccante sudcoreano serve Di Carmine che, a tu per tu con Brignoli, non sbaglia e insacca il pallone alle spalle del portiere rosanero. Per il Verona si tratta del primo squillo della partita. Un gol che cambia completamente l’inerzia della partita.

Il Palermo inizia la seconda frazione senza alcuna sostituzione. Poi, superata l’ora di gioco, Stellone decide di mandare in campo Salvi per Rispoli. Un cambio che smuove qualcosa, perché piano i rosa tornano a rendersi pericolosi, fino a trovare il gol del pareggio: incornata vincente del gigante Rajkovic sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il difensore serbo colpisce il pallone di testa totalmente indisturbato e per i rosa si stratta del dodicesimo marcatore in questa stagione. E a questo punto il Palermo accarezza anche l’idea di portare a casa i tre punti. Il tecnico rosanero intanto richiama in panchina capitan Nestorovski per far spazio a Puscas. E infatti dopo pochi minuti l’’attaccante dai gol pesanti sfiora addirittura il vantaggio. Si rivede anche Embalo, entrato quasi allo scadere al posto di Trajkovski. Da lì in poi succede davvero pochissimo. Al Bentegodi finisce 1-1. 

Tabellino e pagelle

Verona 1: Silvestri, Crescenzi, Marrone, Caracciolo (cap.), Empereur, Zaccagni (Laribi 73), Dawidowicz, Gustafson, Matos (Ragusa 70’), Di Carmine, Lee (Pazzini 85’). Allenatore: Fabio Grosso.

Palermo 1: Brignoli 6, Rispoli 5,5 (60’ Salvi 6,5), Bellusci 5,5, Rajkovic 7, Aleesami 5,5, Falletti 6, Jajalo 6, Haas 6, Trajkovski 6 (87 Embalo sv), Nestorovski 6 (77’ Puscas sv), Moreo 6.  Allenatore: Roberto Stellone 6,5

Arbitro: Aleandro Di Paolo 6,5

Reti: Di Carmine 31’; Rajkovic 67’

Note – ammoniti: Bellusci 8’; Lee 59’; 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rajkovic risponde a Di Carmine, a Verona è pari nel deserto: il Palermo resta in vetta

PalermoToday è in caricamento