Sport

Udinese-Palermo 1-3: cronaca, commenti e pagelle

I rosanero danno spettacolo al Friuli: apre una prodezza balistica di Lazaar, poi va a segno Rigoni su splendida assistenza di Dybala. Chiude i giochi il bulgaro Chochev dopo una bella azione corale. Inutile il graffio di Di Natale

Il segno della resa è arrivato a metà ripresa quando il fischiatissimo Stramaccioni ha fatto uscire dal campo una punta, Thereau, per mettere dentro un randellatore di centrocampo, Badu. Una sola squadra in campo, il Palermo, assoluto padrone dall'inizio alla fine, capace di cancellare a domicilio l'Udinese, in piena crisi d'identità. Tre gol, due pali, un'infinità di contropiede che potevano arrotondare il punteggio fino a ricucire (in parte) l'onta di quel vecchio 0-7 al Barbera. Alla fine lo score recita 3-1 per il Palermo. L'Udinese non è più quella di una volta: non c'è Sanchez, gli unici superstiti di quello storico cappotto sono Pinzi e Di Natale, vecchie glorie col fiatone, incapaci di tenere a galla una squadra che pare spremuta. In un Friuli che è un cantiere aperto, davanti a gru e pochi spettatori, i rosanero hanno passeggiato, trovando la vittoria esterna che mancava da novembre (2-0 al Milan a San Siro) e regalando una gioia a Zamparini che - da friulano doc - a questa partita ci tiene tanto.

GOL E HIGHLIGHTS - VIDEO

Vazquez e Dybala hanno finito il letargo: si sono mossi benissimo nelle ripartenze e il centrocampo ha demolito il reparto avversario. Tempismo, tenacia, concentrazione: la difesa a tre schierata da Iachini ha concesso praticamente le briciole a Di Natale e compagni. L'esperto cannoniere ha trovato il solito guizzo vincente quando sulla partita stavano già scorrendo i titoli di coda. La sfida era finita da un pezzo. Ad aprirla ci aveva pensato un eurogol (questo sì, senza aiuti del portiere) di Lazaar, capace di trovare l'incrocio dai 25 metri quasi senza rincorsa. Il 2-0 è roba da manuale con Vazquez che in ripartenza ha innescato il missile Dybala, bravo a pescare Rigoni a rimorchio. Tutto troppo facile, tutto troppo bello. Dybala, assoluto protagonista ha poi colto il palo a conclusione dell'ennesimo contropiede. Quindi, nella ripresa, è arrivata la ciliegina di Chochev, dopo un'azione imrpeziosita dal tacco regalo di Vazquez.

E dire che prima del gol di Di Natale, il palo aveva cancellato il potenziale 4-0 di Rispoli (botta da fuori). E' stato un Palermo solido, maturo e anche spettacolare. Una delle migliori prove in assoluto in stagione. Ha avuto ragione Iachini che nel dubbio tra Quaison e Belotti, ha deciso di puntare sul vecchio 3-5-2, ancora più geometrico senza Barreto, e imprevedibile con la coppia da sballo Vazquez-Dybala, solitaria ma inafferrabile negli spazi. Festeggia il Palermo che batte l'Udinese dopo sei anni, sale a quota 38 e brinda alla salvezza raggiunta con 8 partite ancora da giocare. Una squadra vera, da sogno: più forte di tabù, crisi e critiche.

TABELLINO

UDINESE-PALERMO 1-3

MARCATORI: Lazaar, Rigoni, Chochev, Di Natale

UDINESE (3-5-1-1) Karnezis 5,5; Wague 5, Danilo 5, Piris 5 (46' Perica 5,5); Widmer 5, Allan 5,5, Pinzi 5, Guilherme 5,5 (78' Aguirre s.v.), Gabriel Silva 5,5; Thereau 5,5 (73' Badu 6), Di Natale 6. All. Andrea Stramaccioni 5

PALERMO (3-5-2)  Sorrentino 6; Vitiello 6,5, Gonzalez 7, Andelkovic 6,5; Rispoli 7, Rigoni 7, Jajalo 6,5 (65' Bolzoni 6), Chochev 7, Lazaar 7,5; Vazquez 7 (74' Belotti s.v.; 85' Maresca s.v.), Dybala 7. All. Beppe Iachini 7

AMMONITI: Guilherme, Danilo

LE PAGELLE

Lazaar 7,5: una furia sulla fascia mancina. Trova un gol di rara bellezza, cancella Widmer meritandosi la copertina di giornata. E' cresciuto a dismisura negli ultimi mesi.

Dybala 7: per una volta non segna (anche se ci va vicinissimo) ma in fondo non se ne accorge nessuno. Vivacissimo sin dall'inizio, cucina il gol di Lazaar e poi cesella splendidamente per Rigoni.

Vazquez 7: il tacco con cui da il la all'azione del 3-0 è semplicemente da manuale. Gioca col radar, tranquillità olimpica, serpentine, tocchi chirurgici. Ritrovato. Con Dybala si cerca che è una meraviglia: i due si trovano a occhi chiusi.

Rigoni 7: si riscopre goleador alla soglia dei 31 anni. Partita di sostanza e cattiveria. Freddo sul 2-0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udinese-Palermo 1-3: cronaca, commenti e pagelle

PalermoToday è in caricamento