Calcio a 5, serie B: lo Scanzano dei brasiliani beffa il Bagheria

Nerazzurri rimaneggiati ed avanti 4-3 sino al 36', vengono superati nel finale dalla corazzata lucana che si impone per 5-4

Partita emozionante, tante occasioni da gol e risultato in bilico sino agli ultimissimi minuti. Gran Mareluna - Scanzano ha divertito i presenti ed ha acceso l'agonismo in campo, per un 5-4 che premia la formazione rossonera, al termine di un match che avrebbe potuto riservare qualsiasi finale. Lo Scanzano parte forte ed al 2' va in vantaggio con una perla di Pelentir, che dal corner, anche se su azione, spara a rete un bolide che si insacca all'incrocio dei pali. Non poteva esserci posizione più defilata. Dopo due minuti parte la grande giornata di Di Dio, che sigla di destro la rete dell'1-1. Tra il 6' ed il 7' botta e risposta, con Cleber che prima colpisce un palo e su ribaltamento di fronte, Taibi si supera su Tuvè. E' ancora l'estremo difensore di Bommino protagonista al 14', miracolo su Di Carlo e al 16', ipnotizzando Mannino, solo a due passi. Rispoli al 18' impegna Virruso, prima dell'ennesimo miracolo di Taibi su Allegra.

Nella ripresa, incredibile ma vero, ancora reti al 2' e al 4'. Prima al 22' lo Scanzano passa con Dartizio, bravo nel deviare di testa una botta di Cleber, quindi al 24' è ancora Di Dio, autentico trascinatore e migliore in campo insieme a Rispoli e Pelentir, a segnare per il 2-2. Passano due minuti ed il Bagheria va per la prima volta in vantaggio, con un'azione grintosa e perentoria di Di Carlo, che vincendo due rimpalli, di forza, scaraventa la palla in rete. Al 33' si sveglia Stigliano, firmando il 3-3 da due passi. Sarà lui a regalare la vittoria ai suoi, con una tripletta. Tra le fila nerazzurre si fanno sentire le assenze di Di Trapani e Madonia, ma è ancora super Di Dio a battere Taibi con l'ennesima punizione rasoterra. Negli ultimi quattro minuti di gioco, però, lo Scanzano porta a casa la partita, con Stigliano, che al 36' sfrutta la dormita generale nerazzurra per il 4 pari, quindi a 30 secondi dalla fine, palla al piede, parte dalla propria metà campo, arrivando indisturbato fin da Virruso, battendolo per il 4-5. Una sconfitta beffarda per i nerazzurri, avanti 4-3 sino al 36'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • L'incidente con lo scooter in viale Regione, guardia giurata muore in ospedale a 45 anni

Torna su
PalermoToday è in caricamento