Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Palermo-Novara, probabili formazioni: confermato Pomini, Coronado stringe i denti

Nonostante Posavec sia recuperato, contro i piemontesi toccherà ancora all'ex Sassuolo. L'infortunio di Bellusci potrebbe portare Tedino a passare alla difesa a quattro. Il brasiliano ("Gioca mordendosi la lingua", dice il tecnico) agirà dietro il duo macedone

Coronado

Palermo-Novara rischia di prendere i classici connotati della partita della verità. Per Bruno Tedino, infatti, è arrivato il momento di capire se questo inizio di campionato possa essere considerato positivo o negativo. Se da un lato questo Palermo non si è ancora arreso a nessuno, dall’altro invece potrebbero iniziare a essere troppo poche tre sole vittorie in nove partite e i ben sei pareggi ottenuti finora. Troppi, considerando che sia a Foggia che ad Ascoli Nestorovski e compagni potevano assolutamente fare di più. Tedino dovrà fare inoltre i conti con una media realizzativa non proprio da vertice di classifica. Dieci gol in nove partite -  quasi una rete ogni novanta minuti - rischiano di essere troppo pochi se si guarda ad esempio all’Empoli, solitario in vetta alla classifica con il doppio dei gol segnati (20) o all’Avellino, che nonostante la posizione di metà classifica, vanta il secondo miglior attacco del campionato.

Per centrare la promozione servono le vittorie e per portare a casa  i tre punti servono i gol. “Dall’inizio della stagione ad oggi – ha detto Tedino in conferenza stampa – siamo sempre scesi in campo con la voglia e con la determinazione di vincere ogni singola partita. Non ci siamo mai tirati indietro neanche quando mancavano i pezzi pregiati a causa delle varie convocazioni in Nazionale. La mia squadra – dice – ha sempre giocato un ottimo calcio costruendo azioni importanti come contro il Frosinone ad esempio. In questo momento ci è mancato un briciolo di sostanza in più, dovevamo essere un poco più cinici soprattutto davanti la porta”.

Zamparini: "Entro dicembre vendo a Cascio" | Video

Presente a Boccadifalco anche il patron Zamparini preoccupato per la pareggite che affligge gli uomini di Tedino. Il patron rosanero in settimana ha dato un bel sette in pagella all’inizio di campionato del nuovo Palermo targato Tedino, ma contro il Novara vuole assolutamente ritrovare i tre punti. “E’ chiaro – confessa il tecnico rosanero – che il presidente voglia vincere tutte le partite, anzi, sarebbe strano se non fosse così. Sono convinto però che il  presidente non può che essere orgoglioso di questi ragazzi. Non dimentichiamoci – spiega – che a luglio siamo partiti con delle grandissime difficoltà complici soprattutto della passata stagione. Adesso, invece, mi ritrovo a disposizione un gruppo coeso voglioso di fare qualcosa di estremamente importante. Quello che più mi sta sorprendendo è proprio la disponibilità e la voglia di un gruppo che tre mesi fa aveva il morale per terra”.

Soltanto Empoli e Parma al momento sono riuscite a fermare parzialmente gli uomini di Tedino al Renzo Barbera e adesso toccherà al Novara di Eugenio Corini provare a fare lo sgambetto a chi ancora non è caduto neanche una volta. Negli ultimi due confronti in Sicilia contro il club piemontese il Palermo ha sempre ottenuto bottino pieno,  ma Tedino non si fida assolutamente dei precedenti. “Il Novara – spiega – ha ottenuto dei risultati importanti in queste ultime settimane vincendo contro Frosinone e Brescia. La squadra allenata da Corini gioca un calcio molto offensivo, sono bravi a pressare in ogni zona del campo e nello stesso a ripartire in contropiede con grande velocità. Quella di domani sarà sicuramente una partita da non sottovalutare e staremo molto attenti a non commettere errori. Vincere sarebbe molto importante per provare ad aprire un ciclo vincente ed entusiasmante”.

Corini: "Legato per sempre a questa città"

L’infortunio di Bellusci – out a causa di uno stiramento riportato alla coscia destra - quasi sicuramente costringerà Tedino a cambiare qualcosa. La tanto amata difesa a tre dall’ex Pordenone potrebbe lasciare spazio ad un assetto difensivo a quattro, mentre in avanti potrebbe tornare titolare il macedone Trajkovski. In porta, invece, toccherà ancora a Pomini difendere i pali rosanero. “Posavec – confessa Tedino – sta bene ed è sulla via della guarigione. Contro il Novara, però, spetterà a Pomini scendere in campo dal primo minuto. In difesa, invece, l’infortunio di Bellusci ci obbliga a cambiare qualcosa. Quello di cui sono maggiormente convinto però è che non è il modulo o l’assetto tattico a fare la differenza, ma l’approccio alla partita. Questo non è un gruppo composto da titolari e riserve, ma una squadra che rema e lotta per lo stesso obiettivo. Chiunque scenderà in campo sono convinto che farà bene”.

Tedino infine ha voluto elogiare il lavoro svolto finora dal fantasista rosanero Igor Coronado: “Stiamo parlando di un giocatore che a mio avviso ha dimostrato di essere molto legato a questi colori. Gioca mordendosi la lingua per qualche problema fisico e ciò nonostante in campo riesce sempre a fare la differenza. In questo momento - conclude Tedino - ha ancora qualche problema, per noi, però, è troppo importante. In questo momento non possiamo fare a meno di lui”.

Qui Palermo

Avanti tutta con Pomini. L’esperto portierone 36enne scenderà in campo ancora una volta da titolare contro il Novara. In difesa, invece, Tedino potrebbe nuovamente apportare delle modifiche: dalla difesa a tre di Frosinone l’ex Pordenone potrebbe tornare a proporre il quartetto difensivo composto da Rispoli, Cionek, Struna e Morganella. Jajalo e Chochev potrebbero riprendersi il posto in mezzo al campo con l’onnipresente Gnahorè. In avanti invece potrebbero rivedersi i tre moschettieri che a inizio stagione avevano fatto volare il Palermo: Coronado, Trajkovski e Nestorovski. 

Qui Novara

Trasferta romantica per Eugenio Corini ma anche per il giovane palermitano Francesco Di Mariano pronto a sfoggiare tutto il proprio talento nello stadio della sua città natale. Dopo gli ottimi risultati contro Frosinone e Brescia Corini proverà a ripetersi anche contro il club rosanero e per farlo si affiderà al recuperato Federico Macheda.

Probabili Formazioni

Palermo (4-3-1-2): Pomini; Rispoli, Cionek, Struna, Morganella; Chochev, Jajalo, Gnahoré; Coronado; Trajkovski, Nestorovski.
Novara (4-3-3): Montipò; Golubovic, Mantovani, Chiosa, Calderoni; Moscati, Ronaldo, Casarini; Di Mariano, Chaija, Macheda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Novara, probabili formazioni: confermato Pomini, Coronado stringe i denti

PalermoToday è in caricamento