Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

L'argentino che lasciò un pezzo di cuore a Palermo: è morto "Ghito" Vernazza

Arrivò in rosanero nell’estate del 1957, dove rimase per 4 stagioni collezionando 115 partite e segnando 51 gol. Vinse il titolo di capocannoniere in serie B. Quella volta che confessò all'arbitro di aver bucato la rete. Nel 2009 l'ultimo "regalo": consigliò Pastore a Zamparini

"Ghito" Vernazza

Stop di coscia e conclusione al volo imprendibile per i portieri. Era questo e tanto altro "Ghito" Vernazza. Attaccante argentino, amatissimo dai tifosi del Palermo, che oggi se n'è andato all'età di 89 anni. "Ghito", soprannome affettuoso di "Santiaghito", arrivò al Palermo nell’estate del 1957, dove rimase per quattro stagioni: due in Serie A e due in Serie B, collezionando 115 partite e segnando 51 gol e vincendo il titolo di capocannoniere del campionato di Serie B 1958-1959 (primo straniero a vincere la classifica marcatori del campionato cadetto).

Tanti i gol e gli aneddoti da raccontare su quel sudamericano che aveva lasciato un pezzo di cuore in Sicilia. Come quando a Zurigo calciò dalla linea di centrocampo e il pallone rimbalzò due volte sulla traversa e sulla linea di porta. Oppure quando un suo tirò (in un Palermo-Parma 7-1) bucò la rete ed entrò in porta lateralmente: lui - che aveva un ingaggio di 7 milioni di lire all'anno - confessò all'arbitro e rinunciò al gol. Dei rosanero è stato anche allenatore per un solo giorno, il 15 maggio 1960 in Inter-Palermo 3-3: sostituì infatti Cestmir Vycpalek esonerato dalla guida del Palermo poche ore prima dell'inizio della partita per decisione del segretario Totò Vilardo.

"Il patron Maurizio Zamparini e tutta l'Us Città di Palermo - si legge in una nota sul sito rosanero - esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa di Santiago ''Ghito'' Vernazza. Nell'aprile 2009, per espressa volontà di Maurizio Zamparini, ''Ghito'' fu ospite in città insieme alla moglie Carmen, assistendo all'incontro Palermo-Torino al Barbera e partecipando a diverse iniziative del Settore Giovanile rosanero". 

E proprio in questa occasione Vernazza fece l'ultimo regalo al Palermo, un consiglio a Zamparini su un ragazzo esile ma dalla tecnica sopraffina che tanto bene stava facendo in Argentina nell'Huracan: Javier Pastore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'argentino che lasciò un pezzo di cuore a Palermo: è morto "Ghito" Vernazza

PalermoToday è in caricamento