Sport

Palermo, credici: nella tana della Juve Stabia serve solo la vittoria

Novanta minuti per sognare un posto nei playoff nazionali. I rosanero sono obbligati a fare il colpo grosso, altrimenti la stagione sarebbe già finita. Lucca out, Santana falso nove?

Novanta minuti per sognare un posto nei playoff nazionali. Il Palermo parte alla volta di Castellammare di Stabia con la consapevolezza maturata nelle ultime settimane di potersela giocare a viso aperto contro chiunque. “Ma domani pomeriggio sarà tutt'altro che semplice”, ha detto mister Filippi ai cronisti, il Palermo infatti è obbligato a vincere per continuare a sognare la Serie B, mentre la Juve Stabia avrà a disposizione due risultati su tre. Bye Bye Lucca, l’attaccante rosanero sarà indisponibile sia domani che per le restanti – ed eventuali – partite, ma in un colpo solo il tecnico rosanero recupera sia Almici che Odjer.

“Lorenzo Lucca – si legge sui canali ufficiali del club -  nonostante l'esito negativo delle indagini strumentali già effettuate e gli sforzi del calciatore per rimanere a disposizione dell'allenatore in questa delicata fase della stagione, a causa del perdurare della sintomatologia algica al ginocchio sinistro, si dovrà sottoporre ad artroscopia diagnostica. L'intervento verrà effettuato nei prossimi giorni a Villa Sofia dal dott. Massimiliano Mosca, consulente della società”.

A quella di Lucca si aggiunge anche l'assenza di Rauti, due infortuni che sembrano condurre proprio a Saraniti, anche se Filippi ha già pronto l'ennesimo piano B. “Santana ‘falso nove’ - confessa - è  una soluzione che abbiamo provato. Anche Saraniti però si è allenato benissimo, ha l'atteggiamento giusto. Vedremo se schierarlo dal primo minuto. Ci tengo a precisare – dice il tecnico rosanero – che questa squadra, da Monopoli a oggi, ha portato a casa ben 14 punti con molti gol realizzati. Sarebbe sbagliato definirci Lucca o Rauti dipendenti. La cosa più importante è l'atteggiamento che il gruppo sta avendo”. Certo – spiega -  abbiamo cercato di recuperare il giocatore senza intervenire, lui riesce a fare tutto ma in alcuni movimenti sente un piccolo fastidio che lo fa andare in autodifesa. Parlando anche col ragazzo, abbiamo scelto di salvaguardare la sua salute e non averlo al 60/70%”. 

Lucca o non Lucca, ciò che si auspica mister Filippi è di uscire indenni dall'alveare delle Vespe. E se prima del match con il Teramo il tecnico rosanero aveva svelato di aver preparato la partita più Importante della propria carriera, allora viene proprio da chiedersi che tipo di valore simbolico possa attribuire al match di domani. “Di sicuro – afferma – da questo momento in poi per noi ogni partita potrebbe anche essere l’ultima. Questo è lo scoglio più difficile. Avere due risultati su tre è un vantaggio per loro. Noi andremo a giocare per vincere. Giocare subito dopo la buona prestazione col Teramo sarebbe stata un’ottima cosa. Abbiamo però avuto più tempo per recuperare energie. Avremmo preferito scendere in campo la settimana scorsa. Lucca e Rauti sono giocatori importanti ma la squadra ha dimostrato di poter sopperire alle assenze. Nessuno è indispensabile. Non ho problemi di numeri ma ci sono giocatori in abbondanza in tutti i ruoli”.

Dalle cattive alle buone notizie: Filippi infatti recupera sia Almici che Odjer, due pedine molto importanti, soprattutto in ottica futuro qualora il Palermo dovesse superare questo secondo ostacolo dei playoff. “Almici – spiega - si è allenato con la squadra negli ultimi due giorni, non ha la stessa condizione degli altri ma è disponibile così come Odjer. Faremo tesoro anche della carica dei tifosi. un aspetto sicuramente stimolante. Vogliamo onorare questi colori – conclude -  provando a rendere felici i nostri tifosi”. 

Qui Palermo 

Santana falso nove è un'idea che stuzzica non poco il tecnico rosanero, ma è probabile che l’argentino venga schierato a partita in corso. Così l'indiziato numero uno per una maglia da titolare resta il palermitano Andrea Saraniti. Confermata la linea a tre difensiva composta da Accardi, Lancini e Marconi. 

Qui Juve Stabia

Una sconfitta e una vittoria. E’ questo lo score delle Vespe contro il Palermo nelle precedenti due apparizioni. Domani però per passare alla fase nazionale alla Juve Stabia sarà sufficiente non perdere contro i rosanero. Attenzione a Marotta, l'uomo di punta del club campano. 

Le probabili formazioni 

JUVE STABIA (3-4-3): Farroni, Mulè, Troest, Caldore; Garattoni, Berardocco, Scaccabarozzi, Rizzo; Fantacci, Marotta, Orlando
 

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti; Accardi, Lancini, Marconi; Doda, De Rose, Luperini, Valente; Kanoute, Floriano; Saraniti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, credici: nella tana della Juve Stabia serve solo la vittoria

PalermoToday è in caricamento