Sport

Inter-Palermo 3-0: pagelle, cronaca e commenti

I rosanero sprofondano a San Siro. Apre Guarin dopo un quarto d'ora, nel secondo tempo chiude Icardi (doppietta). Ma sullo 0-1 i ragazzi di Iachini hanno sciupato per quattro volte la palla del pareggio

Dybala cerca di superare Handanovic @Tm news-infophoto

Poco più di un'ora per restare in scia, accarezzare l'idea del pareggio, e poi sprofondare sotto i colpi di un'Inter rediviva. Che, intendiamoci, non ha fatto la partita della vita, ma è stata brava a sorprendere il Palermo nei momenti giusti. Finisce 3-0 per i nerazzurri, ma Iachini mastica amaro. Perché all'alba del secondo tempo il Palermo ha avuto tre volte la palla dell'1-1, ma Handanovic si è disteso da fenomeno su Dybala, Vazquez ha colpito il palo, e ancora Dybala è riuscito a sparare alto da pochissimi passi, a porta praticamente vuota.

L'Inter - data in piena crisi alla vigilia - ha vinto le paure, giocando meglio dell'avversario (senza comunque entusiasmare) ma ha concesso le solite palle gol, sulle quali il Palermo è stato troppo tenero. Come a metà primo tempo quando Rigoni si è avventato su un cross basso di Lazaar e ha spedito a lato davanti ad Handanovic. Insomma, due occasioni da gol macroscopiche, due errori clamorosi. Il Palermo ha smesso di crederci quando Icardi ha trovato il gol del 2-0, ai meno 25 dalla fine. Il bomber nerazzurro ha poi chiuso definitivamente giochi, arrotondando il punteggio sul 3-0.

La resurrezione dell'Inter, che ha trovato in Brozovic l'uomo giusto per ripartire, spazza via l'ottimo momento di forma del Palermo, che prima del tracollo di Milano aveva raccolto ben 5 punti nelle ultime 3 sfide, pareggiando con Roma e Samp, e vincendo in casa con il Verona. Iachini però ha pagato a caro prezzo le assenze in difesa. Senza Andelkovic (squalificato) e Vitiello (infortunato), gli ingranaggi si sono inceppati. L'adattato Daprela ha deluso, ma ha tradito anche Gonzalez, solitamente impeccabile nella difesa a tre, oltre al rispolverato Terzi.

CRONACA E TABELLINO

Proprio una marcatura troppo "leggera" di Daprelà ha consentito a Guarin di spaccare la partita. Il centrocampo ha retto l'urto fin quando ha potuto, mentre il duo delle meraviglie Dybala-Vazquez ha alternato cose buone ad altre meno buone. Meglio la Joya, ma sulla sua prova pesa il clamoroso errore sottoporta. Così, a San Siro, torna a festeggiare l'Inter, reduce da tre stop consecutivi. Si ferma il Palermo, che negli ultimi tre mesi aveva perso appena una volta, a Firenze. Il treno per l'Europa scappa via, forse definitivamente. Il domani si chiama Napoli, l'occasione ideale per ripartire.

PAGELLE
INTER
(4-3-3): Handanovic 6,5; Santon 6,5, Ranocchia 6, Juan Jesus 6, Nagatomo 6 (Dodò 5,5); Guarin 7, Brozovic 6,5, Medel 6; Shaqiri 6 (84' Kovacic s.v.), Icardi 7, Palacio 6 (83' Campagnaro s.v.).
PALERMO (3-5-2): Sorrentino 6; Terzi 5, Gonzalez 5, Daprelà 5; Morganella 6 (75' Rispoli s.v.), Rigoni 6, Jajalo 6 (66' Belotti 6), Barreto 6, Lazaar 5 (77' Emerson s.v.); Vazquez 6, Dybala 6.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Palermo 3-0: pagelle, cronaca e commenti

PalermoToday è in caricamento