Sport

C'è crisi, "saltano" gli stipendi dei giocatori del Palermo

I calciatori non verranno pagati più ogni mese, ma ogni sessanta giorni. La strana ammissione di Perinetti: "In altri tempi eravamo più puntuali e lo stipendio mensile era una regola adesso la situazione è più complicata"

Giorgio Perinetti, responsabile dell'area tecnica

Soffia il vento della crisi e a pagarne le conseguenze sono anche i calciatori del Palermo. Stipendi meno puntuali del solito, una situazione inedita nei dieci anni di gestione Zamparini. Il club di viale del Fante inventa un nuovo iter di pagamento per i tesserati rosanero. I giocatori verranno pagati non più ogni mese, ma ogni sessanta giorni. Una decisione maturata dopo la retrocessione della squadra in B. In tempo di crisi il Palermo si adegua. Il sistema del pagamento bimestrale riguarda anche i quadri tecnici.

Insomma, se i giocatori sono senza stipendio da un mese e mezzo c'è poco da preoccuparsi. A rassicurare tutti è il responsabile dell'area tecnica Giorgio Perinetti, "Questa nuova procedura non deve spaventare i tifosi, non c'è nessuna ipotesi di disimpegno da parte della società". Il Palermo sta discutendo con gli agenti dei calciatori questo nuovo sistema.

"In altri tempi eravamo più puntuali e lo stipendio mensile era una regola adesso la situazione è più complicata, ma rispetteremo comunque tutti gli impegni presi e gli ingaggi rimarranno uguali", ha detto Perinetti al quotidiano torinese Tuttosport. "Ci allineiamo alle altre squadre, visto che ormai quasi nessuno paga ogni mese. Non proponiamo spalmature di contratto - ha spiegato il dirigente -, tutti quanti continueranno a percepire quanto previsto nei contratti, nessuno perderà un euro. E saranno mantenuti sia i bonus che i premi promozione. Ai procuratori prospetteremo solo un nuovo piano per le retribuzioni, tutto qui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è crisi, "saltano" gli stipendi dei giocatori del Palermo

PalermoToday è in caricamento