Sport

Tennis, finale Ladies Open: al Country la sfida tra Collins e Ruse

Sarà trasmesso su Rai Sport (ore 19.30) l'ultimo atto della trentaduesima edizione degli internazionali femminili. Sul campo di gioco si affronteranno l’americana numero 44 della classifica mondiale e la romena che con la vittoria del Torneo Wta di Amburgo si è avvicinata alla centesima posizione

Da sinistra Danielle Collins e Elena Gabriela Ruse

La testa di serie numero 1 del torneo contro la giocatrice più in forma del circuito. La finale del Palermo Ladies Open metterà di fronte oggi (ore 19.30 diretta Raisport, differita alle 22 su Supertennis) sul centrale del Country time club l’americana Danielle Collins (numero 44 della classifica mondiale) e la romena Elena Gabriela Ruse: hanno battuto rispettivamente in semifinale, la cinese Shuai Zhang (57) e la francese Oceane Dodin (120).

La finale più logica alla luce di quanto si è visto in una settimana di torneo in cui la Collins ha confermato di essere giocatrice solida con un ottimo servizio ed una risposta efficace, mentre la Ruse continua a vivere un momento magico iniziato dalle qualificazioni del torneo di Amburgo. Ed a proposito di Amburgo, proprio al Wta 250 tedesco, risale l’ultimo ed unico precedente tra le due giocatrici: lo scorso 9 luglio, nei quarti di finale a prevalere fu la romena in 2 ore e 30 minuti di gioco per 4-6 6-1 5-7. Domani si troveranno nuovamente di fronte, ma con in palio un posto nell’albo d’oro di un torneo nel quale sono impressi i nomi di alcune delle giocatrici che hanno fatto la storia del tennis recente.

La Ruse ha confermato di essere la tennista del momento: contro la Dodin ha sofferto, ha fatto ricorso alle cure del medico nel secondo set, ma alla fine ha vinto tagliando il traguardo della tredicesima vittoria consecutiva nel circuito maggiore. Un successo che consente alla tennista romena di conquistare anche la seconda finale di fila in un Torneo Wta, dopo quella di Amburgo (torneo poi vinto). Opposta alla testa di serie numero 6, la giocatrice romena (proveniente anche a Palermo dalle qualificazioni) è apparsa meno sicura rispetto alle precedenti partite trovando nella transalpina un valido avversario, almeno nei primi due set.

Nonostante 22 doppi falli, la Dodin ha provato, inizialmente, con successo a non dare ritmo alla Ruse. Il primo set si è risolto al tie-break, vinto dalla francese 7-4. Nel secondo la romena ha servito sul 5-4 prima e sul 6-5 dopo, subendo sempre il break della Dodin. Ancora tie-break, ma questa volta la Ruse non ha concesso scampo, anzi non ha concesso alcun punto. Nel terzo, via di slancio la romena fino al 5-0 per poi chiudere 6-1. Grazie alla finale conquistata ai Palermo Ladies Open la Ruse si avvicina alla centesima posizione del ranking (era 177 a fine 2020).

"Sono morta - ha detto la Ruse a fine match - ad essere onesta, pensavo che mi sarei ritirata perché mi sentivo davvero, davvero male sin dall'inizio. Non riesco ad immaginare cosa sia successo. Sono così felice di giocare un'altra finale, significa molto per me. Voglio ringraziare il mio allenatore, la mia famiglia, tutti i miei allenatori romeni. Un ringraziamento speciale al mio allenatore di Bucarest e ai miei amici italiani che vengono qui ogni giorno per sostenermi. Non riesco a trovare le parole in questo momento. Sono sotto shock, non pensavo che avrei vinto questa partita. Il malessere? Mi girava la testa. Mi sono sentita davvero male. Non riuscivo a stare in piedi. Non sentivo la mia parte sinistra. Non so perché ho giocato meglio dopo il timeout medico. Mi sono presa altri tre minuti per fare una pausa. Andare in finale a Palermo è straordinario".

Nell’altra semifinale, Collins ha sofferto soltanto nella parte iniziale del match: sotto 4-2 nel primo set, ha infilato 7 giochi di fila, tanto quanto basta per vincere il primo parziale (6-4) e blindare anche il secondo (poi chiuso 6-3). Buon servizio (7 aces) ed ottima risposta, sono state le “armi” per battere una Zhang (entrata in tabellone grazie ad una wild card, dopo che si era iscritta in ritardo) apparsa stanca dopo la maratona con la Danilovic nei quarti (vinti al tiebreak del terzo set).

“Danielle Collins è tornata? Non saprei – ha risposto a fine partita la tennista americana - io mi concentro su ogni partita e cerco di migliorare il mio gioco e la mia condizione. Nel tempo ho fatto dei miglioramenti. Sto ancora lavorando su qualcosa ma, sì, sto decisamente crescendo e facendo più partite. La Zhang è una buona amica, che ha vinto tanto e che mi ha obbligato a fare degli aggiustamenti al mio gioco per via delle sue abilità. E’ fantastico poter essere in una competizione così, giorno dopo giorno. La Ruse? Sta facendo sicuramente molto bene. È un’avversaria difficile. Non vedo l’ora di giocare questa grande partita”.

Shuai Zhang, stanchissima, si è ritirata dal doppio per problemi gastrointestinali: avrebbe dovuto giocare la semifinale in coppia con la giapponese Hozumi contro le russe Dzalamidze-Rakhimova. Domani alle 17 la finale del torneo di doppio sarà, pertanto: [4] E. Routliffe (NZL) / K. Zimmermann (BEL) vs N. Dzalamidze (RUS) / K. Rakhimova (RUS).


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, finale Ladies Open: al Country la sfida tra Collins e Ruse

PalermoToday è in caricamento