Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Gonzalez, Mehmeti e… Terranova: Palermo rimpiangi qualcuno?

Ex rosa protagonisti in B. I due attaccanti a Novara: l'argentino sembra adatto solo a questa categoria, lo svedese ha finalmente spazio. Ma il vero rimpianto forse è il difensore del Sassuolo

Nel weekend senza Palermo per la sosta del campionato, qualcosa di rosanero c’è stato. E qualcuno lo ha anche notato. Chi non può proprio fare a meno di pallone, ha visto la serie B. B come bidoni? Non proprio. Agon Mehmeti e Pablo Gonzalez, tra i cadetti, stanno facendo vedere qualcosa di buono. Domenica entrambi sono andati a segno contribuendo al 4-2 del Novara contro il Brescia (doppietta di Caracciolo per le rondinelle, guarda un po’).

SPEEDY MA SOLO IN B. Per la verità, Gonzalez si era già messo in luce nel Novara un paio di stagioni fa, segnando 16 gol tra regular season e play-off e trascinando i piemontesi in A dopo 55 anni. Così l’argentino, detto Speedy, era già finito al Palermo. Ritiro con Pioli, una presenza e un gol in Europa League contro il Thun, poi il prestito al Siena, già ad agosto. In Toscana, con Sannino, il sudamericano che ha anche il passaporto italiano, ha collezionato 16 presenze ma è andato in rete solo una volta. Quasi automatico il ritorno in B, ancora a Novara, stavolta cessione definitiva. Un’oasi per Gonzalez che dopo nove giornate ha già messo dentro sei reti. Insomma “Speedy” sì, ma forse solo in B.

L’IBRA CADETTO. Di Mehmeti, invece, non si sapeva nulla. O quasi. Arrivato a gennaio da svincolato al Palermo, dopo che a novembre 2011 gli era scaduto il contratto col Malmoe, era stato presentato come una specie di nuovo Ibrahimovic. Mutti gli ha fatto vedere pochissimo il campo. Due spezzoni contro il Napoli, all’andata e al ritorno, una maglia da titolare all’ultima giornata col Palermo già salvo contro il Genoa. Una “prima” durata soltanto mezz’ora con una palla gol fallita, uno scontro con Frey e una storta alla caviglia nella stessa azione. Ad agosto anche lui finisce al Novara, in prestito. E come Gonzalez pure lo svedese sembra aver trovato la sua dimensione in maglia azzurra. Quattro presenze, la tripletta al Cesena al Manuzzi e la rete in mischia al Piola contro il Brescia. Novello Ibra? Forse in B sì.

LEADER TERRANOVA. Ma se c’è un giocatore per il quale forse in viale del Fante si mordicchiano le mani, questo è Emanuele Terranova. Difensore mazarese, classe ’87, il Palermo lo prelevò dal Campobello di Mazara nel 2005, dopo che il giovane a soli 18 anni era stato uno dei pilastri della promozione dall’Eccellenza alla D. Due anni nella Primavera rosanero, ma nessun gettone in prima squadra. Poi il valzer di prestiti: Vicenza, Livorno, Lecce e Frosinone. Terranova non ha mai sfigurato. Eppure a luglio del 2011 il Palermo se ne disfa, lasciandolo definitivamente al Sassuolo. Il mazarese dopo due anni è uno dei cardini della squadra emiliana che lotta per la promozione in serie A. D'acciaio in difesa, di velluto quando va a battere i calci di rigore. Finora ne ha segnati tre in nove gare. E non ha ancora preso un cartellino giallo. A Gasperini non farebbe comodo uno così?
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gonzalez, Mehmeti e… Terranova: Palermo rimpiangi qualcuno?

PalermoToday è in caricamento