Sport

Embalo al Cosenza, Beppe Accardi: "Stellone prende in giro i giocatori, porterò via anche Fiordilino"

L’attaccante africano si è trasferito in Calabria, il suo agente si è sfogato a PalermoToday: "L'allenatore ha fatto finta di essere dispiaciuto, doveva avere la dignità e il tatto di salutarlo lontano dalle telecamere"

Carlos Embalo

Bye Bye Embalo: il calciatore guineense, esattamente come accaduto nella passata stagione a gennaio saluta Palermo, ma questa volta però per approdare al Cosenza. L’attaccante 24enne si è trasferito in Calabria “con la formula del prestito con diritto di opzione e contropzione in favore del club rosanero”. E l'agente del calciatore tuona: "Così come Embalo – dice a PalermoToday Beppe Accardi – faremo di tutto per portare via anche Fiordilino".

Dopo Struna anche Embalo dunque lascia il Palermo. Il giocatore guineense, che sembrava destinato al campionato polacco, alla fine ha raggiunto Braglia a Cosenza per arrivare nel miglior modo possibile all’appuntamento di questa estate: la Coppa D’Africa. “Quello che mi lascia perplesso – dice Accardi - al di là delle tante parole che non hanno mai trovato riscontro, è anche e soprattutto l’abbraccio immortalato dai giornalisti fra Carlos e Stellone. Quasi come se Stellone fosse dispiaciuto per la partenza del giocatore. Avessero almeno la dignità e il tatto di salutare la gente in un angolo, in privato o lontano dalle telecamere, invece di voler far credere chissà quale dispiacere. Qualcuno non si è comportato in maniera corretta con Embalo e farò di tutto per far partire anche Fiordilino”.

Ascoli, Livorno e Cosenza sulle tracce del giovane palermitano. Accardi è un fiume in piena e nel mirino dell’agente di mercato c’è ancora una volta Stellone. “Luca – dice Accardi - in questo momento a Palermo non dovrebbe fare la riserva a nessuno, ma siccome a decidere è il mister non mi resta che far partire il ragazzo. Non merita di essere preso in giro, nessuno dovrebbe, specialmente a casa sua, con addosso i colori della sua città. Magari – confessa – cercheremo qualcuno che voglia prenderlo in prestito, perché nella vita non si può mai sapere. Specialmente qui a Palermo. Il fatto che adesso ci sia Stellone non vuol mica dire che fra tre mesi o fra un anno ci sarà sicuramente lo stesso tecnico. Mi chiedo – conclude - cos’altro debba fare Fiordilino a Palermo: continuare a farsi prendere per i fondelli dall’allenatore?”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Embalo al Cosenza, Beppe Accardi: "Stellone prende in giro i giocatori, porterò via anche Fiordilino"

PalermoToday è in caricamento