Cus Palermo, prima vittoria in c1 nel calcio a 5: la pallamano cade ad Alcamo

Netto successo interno della formazione di futsal giallorossonero, che supera 6-3 il Città di Leonforte. Nella pallamano sconfitta ad Alcamo per gli uomini di Pezzer contro i bianconeri.

CALCIO A 5, SERIE C1 SICILIA: Come accaduto nelle ultime due stagioni, ricche di successi e soddisfazioni, il Cus Palermo, dopo la sveglia a dir poco rumorosa del 7-0 dello scorso weekend, reagisce da grande squadra e supera nettamente 6-3 il Città di Leonforte. Gli ospiti aprono le marcature, poi cinque reti dei giallorossoneri per un risultato che, a quattro minuti dalla fine, premiava la squadra di Toti La Bianca con un netto parziale di 5-1.

Eppure sono gli ospiti a sbloccare il match ed a chiamare il Cus alla grande riscossa. Al 3', infatti, è 0-1 Leonforte. Ci pensa Termini, però, a suonare la carica, per una prestazione che col passare dei minuti diventerà maiuscola. Al 9' è proprio lui a puntare l'uomo sulla trequarti e dopo averlo superato mette in rete l'1-1. Sei minuti ed arriva  arriva il raddoppio, al 14', con una punizione incredibilmente precisa di Giambona. Il suo destro toglie qualsiasi tipologia di ragnatela dall'incrocio dei pali, per la pulizia completa, ma soprattutto il gol del 2-1. Squillo ospite al 22', ma il tiro ravvicinato si spegne sul fondo, quindi al 24' Cassata colpisce un palo a botta sicura. Al 25' Termini si supera. Ancora una volta uno contro uno, difensore dribblato, attimo di freddezza e pallone sotto la traversa.

Esplode la panchina di La Bianca. Al 28' tiro libero parato a Vassallo, prima del Cassata show. Il talento palermitano prima salta 4/5 di squadra avversaria, prima di essere fermato sul più bello al momento della firma del gol dell'anno, quindi proprio al 3', ruba palla sulla propria trequarti, si invola e solo davanti al portiere serve Termini per il comodo pallone del 4-1. Tripletta per lui e grandi applausi per Cassata. Una prova collettiva di assoluto livello. La ripresa vede gli ospiti con più voglia, ma il match non ha sorprese da riservare dal punto di vista del risultato. Su contropiede al 18', Nastro mette in rete il gol del 5-1 grazie all'altruismo ed al tempismo di Gumina, bravo a farsi trovare pronto dopo un errore di disimpegno avversario. Quindi nei minuti finali prima il Leonforte va sul 5-2 su rigore, quindi al 59' è il giovanissimo classe '98 Sciacca a firmare il 6-2 ed al contempo il suo primo gol in carriera in C1. Nel finale rete da fuori del 6-3 ospite che chiude il tabellino.

Lo avevamo scritto la settimana scorsa: il Cus è sempre partito in quinta dopo una gelida doccia fredda di inizio anno. E' arrivata la settimana scorsa. Oggi gli universitari hanno giocato con uno spirito ed una determinazione che denota grande attaccamento alla maglia, al tecnico ed a questi colori. Una coesione ed una fame che dovranno rappresentare la benzina grazie alla quale vivere una stagione di sorprese e prime volte. Adesso testa bassa e lavorare al massimo scolpendo questa gara nel cuore di questo gruppo.

PALLAMANO, SERIE A2 GIRONE E: Prima sconfitta in campionato per il Cus Palermo che ad Alcamo viene superato 32-24 nel corso della seconda giornata del girone E di serie A2. La squadra di Walter Pezzer resta in gara e tiene nella prima frazione, ma nel secondo tempo l'Alcamo prende il largo. L'inizio mette in chiaro che sono i padroni di casa a tentare subito l'allungo, col Cus che non riesce ad essere incisivo come nel weekend precedente in fase offensiva. Le assenze di Peretti, Pipitone e Ricconono si fanno sentire in impostazione e finalizzazione. Il primo tempo termina 18-15 per i padroni di casa.

Nel secondo tempo le cose non cambiano ed è l'Alcamo a compiere il passo decisivo verso i tre punti, sfruttando in particolare la fase conclusiva del match, facendo leva su una migliore condizione. Il tabellone recita 32-24 alla sirena, per una sconfitta che, senza dubbio, potrà avere risvolti positivi nell'ambito della consapevolezza degli aspetti sui quali lavorare di più. Ad Alcamo il Cus ha affrontato una compagine reduce dalla serie A1, massima categoria dalla quale è appena retrocessa. Quello giallorossonero, invece, è un gruppo che deve trovare ed oliare gli automatismi consoni ad un campionato come la A2, ben più impegnativo rispetto alla serie B, giocata da squadra d'altra categoria.

La maturità dei senatori, unita all'entusiasmo dei giovani, permetterà a questo gruppo di crescere, allenamento dopo allenamento. La voglia che hanno questi ragazzi di dare tutto per la maglia giallorossonera è la migliore delle garanzie. Adesso tutti a lavoro: sabato prossimo, 31 ottobre alle 17 al PalaCus, c'è una partita importante e difficile da preparare. L'occasione giusta per tornare a ruggire.

Fonte: Alessandro Castellese (addetto stampa Cus Palermo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento