Doveva essere "il Locatelli del Palermo", Pezzella invece saluta e va all'Udinese

Appena cinque mesi fa il giovane terzino aveva rinnovato fino al 2020. Su Instagram annuncia il suo passaggio ai friulani: "Quattro anni ti restano nel cuore, è arrivato il momento di dire grazie e salutare"

Giuseppe Pezzella su Instagram

Appena cinque mesi fa aveva rinnovato fino al 2020. "E' il nostro Locatelli", aveva detto l'allora ds Salerno. Oggi invece Giuseppe Pezzella saluta eva all'Udinese. "Quattro anni non si dimenticano. Quattro anni - scrive il calciatore su Istagram - ti restano nel cuore, soprattutto alla mia età. Sono arrivato qui a 15 anni, giovane ragazzo con tanti sogni nel cassetto. Oggi, è arrivato il momento di dire grazie e salutare". Il difensore si trasferisce a titolo definitivo.

"Questa scelta del rinnovo - aveva detto Salerno - è stata fatta perché crediamo moltissimo in lui e dopo aver constatato l’interessamento di tante squadre, l’Inter ha Gagliardini, il Milan ha Locatelli e noi abbiamo Giuseppe Pezzella". Era il 3 febbraio. Oggi, il giorno del closing (?), un giovane talento lascia il rosa per vestire il bianconero friulano.

LEGGI ANCHE: SFUMA IL CLOSING

"Dico grazie - continua su Instagram - al Presidente Zamparini per la fiducia nei miei confronti, al Direttore Baccin perché ha creduto in me. Porchia, mister Bosi e i suoi insegnamenti. E poi ancora tutti gli Staff del Settore Giovanile. Grazie a tutti i dirigenti, al team manager, ai dottori e ai fisioterapisti. All'Ufficio Stampa, ai magazzinieri, i dipendenti della Sede e tutti coloro che gravitano attorno alla Prima Squadra. 
Ultimo, ma non ultimo, il grazie più grande: a Palermo. Che mi ha cresciuto a livello caratteriale, con le sue bellezze indimenticabili e con il calore della gente. Dispiace andar via al termine di una stagione così. Un rammarico che porterò dentro per sempre, così come l'amore e l'affetto per i colori rosanero, per questa città e per la sua gente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento