Calcio

Derby a due facce per il Palermo, Filippi: "Pessimo l'approccio ma buona la reazione"

Il tecnico dei rosanero ha parlato anche del neoacquisto Perrotta: "Non avevo alcun dubbio che potesse entrare bene in partita". Soddisfazione a metà per Soleri: "Contento per il gol ma il pari ci lascia l’amaro in bocca"

Nella conferenza stampa post partita il tecnico del Palermo Giacomo Filippi ha analizzato la prestazione della squadra al termine del derby pareggiato 1-1 contro il Messina tracciando un bilancio ambivalente.

L'allenatore partinicese ha criticato l'atteggiamento avuto nel primo tempo in cui la squadra è apparsa in forte sofferenza andando sotto nel punteggio, elogiando però i suoi ragazzi per il cambio di registro nella ripresa: "La cosa che non mi è piaciuta è l’approccio - ha affermato il tecnico - che non va bene. L’approccio non è stato adeguato: la situazione nel secondo tempo è cambiata radicalmente ma in questa categoria non si può pensare di regalare nulla a nessuno perché di fronte abbiamo squadre forti e organizzate. Ottima reazione nel secondo tempo, mi è piaciuta la voglia di vincere anche col rischio di perdere. Non mi è piaciuto il braccino del primo tempo".

Filippi ha individuato nel tempo sbagliato del pressing il problema principale del primo tempo del Palermo: "Non mi sembra che il Messina - ha detto l'allenatore - abbia pressato alto: anzi ci aspettavano. Il problema è stato il nostro pressing, non siamo mai rimasti con le giuste distanze. Il Messina non ha mai pressato alto per scelta e ha fatto bene. Noi ci alzavamo fuori tempo e lasciavamo troppo spazio". A causa dell'infortunio di Marconi Filippi ha lanciato subito nella mischia Marco Perrotta, per cui ha speso parole d'elogio: "Non avevo alcun dubbio che potesse entrare bene in partita, è un giocatore esperto".

Soleri: "Felice per il gol, spiace per il risultato"

A fine partita è intervenuto anche Edoardo Soleri, autore del gol del pareggio (il secondo in due partite di campionato) dopo essere subentrato al posto di Floriano. L'attaccante romano ha espresso per la sua rete una soddisfazione mitigata dalla mancata vittoria: "Per un attaccante - ha spiegato - è importante fare gol, entrare e farsi trovare pronto. Ogni volta che entri devi cogliere l’opportunità perché è una squadra forte e non è semplice partire dall’inizio. Il derby è sempre una partita speciale. Sono contento per il gol ma il pari ci lascia l’amaro in bocca perché ci tenevamo a vincere. Adesso pensiamo alla prossima".

Soleri ha parlato della partita affermando che le condizioni del terreno di gioco sono state un fattore importante nel determinare il mancato successo: "E' stata - ha affermato - una partita equilibrata. Abbiamo avuto le occasioni per provare a vincerla. Il campo in queste condizioni ci ha penalizzato perché noi siamo una squadra più tecnica mentre loro l’hanno messa più sulla battaglia. Nella ripresa siamo riusciti a prendere le misure: peccato, le occasioni le abbiamo avute. Adesso prendiamo questo punto e ci ricarichiamo in vista di Taranto".

Il numero 27 rosanero ha infine parlato del rapporto con l'altro attaccante Brunori sottolineando che il dualismo tecnico tra loro costituisce uno stimolo: "Ho un ottimo rapporto con Matteo. La concorrenza può solo aiutare perché siamo una squadra composta da 22 titolari. Possiamo giocare tutti e chi entra cerca sempre di farsi trovare pronto. Questo ci porta a migliorare perché ci spinge al massimo. E' una concorrenza sana che può solo aiutare a migliorare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby a due facce per il Palermo, Filippi: "Pessimo l'approccio ma buona la reazione"

PalermoToday è in caricamento