Venerdì, 24 Settembre 2021
Calcio

Messina-Palermo, torna il derby (ma senza tifosi): in attacco Silipo insidia Floriano

Sul neutro di Vibo Valentia i rosanero sono chiamati a confermare la buona prova contro il Latina. Il tecnico Filippi ha buone sensazioni: "Convinto che faremo una buona prestazione". In difesa Marconi prenderà il posto dell’indisponibile Doda, ballottaggio Peretti-Marong

Vincere per dare continuità ai risultati ottenuti nelle prime partite. E' questo l’obiettivo con cui il Palermo parte alla volta di Vibo Valentia per affrontare in campo neutro il Messina nel primo derby stagionale. Che torna a giocarsi tra i professionisti dopo 14 anni, ma non avrà tifosi sugli spalti dopo la decisione che ha preso l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive a seguito della riunione del Gruppo operativo di sicurezza. I peloritani sono reduci da rocambolesco 4-4 in trasferta contro la Paganese in una partita nella quale hanno pagato a carissimo prezzo un calo mentale nel finale di gara mettendo però in mostra ottimi valori tecnici.

Giacomo Filippi ha speso ottime parole sul gioco espresso dalla squadra di salvatore Salvatore Sullo: “Il Messina - ha detto nella consueta conferenza prematch - è un’ottima squadra allenata benissimo: mi piace come è articolato il loro 4-2-3-1. Anche loro hanno dei punti forti come dei punti deboli: dobbiamo essere bravi a sfruttarli”. Il tecnico rosanero è comunque apparso fiducioso in vista di una sfida che non può essere considerata come le altre: “La partita ha bisogno di una preparazione importante perché oltre la parte tecnica e tattica bisogna lavorare sull’aspetto mentale. Abbiamo lavorato sotto questo profilo e sono convinto che la squadra farà un’ottima prestazione”.

Palermo-Messina, quando il derby profumava d'Europa

Per quanto riguarda la formazione di domani vi sono ancora delle riserve. Resta ancora l’emergenza in difesa dove a fronte del rientro nei ranghi di Marconi si registrano le assenze di Accardi, ancora infortunato, Buttaro, che deve terminare il periodo di squalifica e Doda, impegnato con l’Under 21 albanese. Difficile pensare che possa esserci subito spazio per il nuovo arrivato Perrotta, in merito al quale il tecnico di Partinico ha speso parole positive: “È un giocatore che volevamo sia per caratteristiche tecniche che fisiche: ha completato la casella mancante. Durante tutto il campionato ci saranno delle defezioni: dobbiamo essere coperti senza avere problemi di numero. Il ragazzo sta bene si è allenato col Bari: è un giocatore navigato che sa cosa dobbiamo fare. In breve tempo capirà i nostri meccanismi”.

Per quanto riguarda il reparto avanzato dove invece non mancano le alternative. Si candida per un posto da titolare Andrea Silipo provato da Filippi in settimana: “Conosciamo il valore assoluto delle sue qualità ma ci sono anche altri giocatori che si giocano il posto con lui. Dalla sua c’è il fatto che si sta allenando benissimo e mi sta mettendo in difficoltà. Troverà molto spazio durante il campionato”. Anche Fella che sta gradualmente trovando la condizione potrebbe inserirsi nella corsa all’undici iniziale. “Fino ad oggi - spiega - è subentrato perché è arrivato in una condizione fisica non ottimale rispetto al resto del gruppo avendo lavorato poco con la Salernitana. Il ragazzo si sta allenando tantissimo per mettersi a regime: questa settimana lo abbiamo visto molto meglio e in crescita sotto il profilo fisico. Vogliamo averlo al 100% - conclude - perché è un giocatore che può fare saltare il banco in qualsiasi momento ma fino a qualche giorno fa era in una condizione fisica un po’ precaria”.

QUI PALERMO

Quasi sicuramente la formazione sarà a grandi linee quella vista in campo a Latina. In difesa Marconi prenderà il posto dell’indisponibile Doda; l’unico dubbio resta su chi giocherà da centrale destro tra Peretti e Marong. Quasi sicuramente il centrocampo resterà quello di domenica: in attacco Silipo potrebbe scalzare uno tra Floriano e Dall’Oglio.

QUI MESSINA

I peloritani recuperano i centrali difensivi Celic e Carillo ma perdono il fantasista scuola Napoli Russo, apparso in grande spolvero contro la Paganese. In attacco a fianco dei confermati Adorante, Simonetti e Baldè è possibile alla luce dei parecchi indisponibili il debutto immediato di Fazzi, unico del gruppo dei neo-acquisti dell’ultimo giorno convocato per la partita. In alternativa favorito Matese su Di Stefano.

Le probabili formazioni

Messina (4-2-3-1) Lewandowski; Morelli, Celic, Carillo, Sarzi Puttini; Fofana, Damian;  Simonetti, Balde, Fazzi; Adorante.

Palermo (3-4-2-1) Pelagotti; Peretti, Lancini, Marconi; Almici, De Rose, Luperini, Giron; Silipo, Dall’Oglio; Brunori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina-Palermo, torna il derby (ma senza tifosi): in attacco Silipo insidia Floriano

PalermoToday è in caricamento