rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Cda senza donne, il sindaco costretto a ritirare le nomine in Amg Energia

Retromarcia anche sul collegio sindacale. Opposizione all'attacco, Giaconia (Progetto Palermo): "La revoca della determina dimostra l'improvvisazione dell'amministrazione Lagalla"

Niente donne nel Cda di Amg Enegia e il sindaco Roberto Lagalla ritira le nomine. Con la designazione alla presidenza di Francesco Scoma (in quota Lega) e di Salvatore Seminara (Fratelli d'Italia) e Antonino Iacono (Dc Nuova) quali componenti della triade è stato violato "l'articolo 24 dello statuto societario, che disciplina l’equilibrio tra i generi nell’organo amministrativo", motivo per cui sottolinea il capo di gabinetto Sergio Pollicita nella determina firmata dal primo cittadino "occorre procedere alla consequenziale modifica della composizione della governance".

Tutto da rifare, con grande disappunto del sindaco Lagalla, perché il mancato rispetto delle quote rosa dà la stura alle opposizioni. "La revoca della determina dimostra l'improvvisazione dell'amministrazione Lagalla", afferma il consigliere di opposizione Massimo Giaconia (Progetto Palermo), che nei giorni scorsi aveva sollevato il caso in Aula e adesso va oltre: "Secondo noi dovrebbe nominare un solo amministratore, deve essere l'assemblea dei soci a dimostrare la necessità di un Cda".

Con la determina di revoca del sindaco resta in stand by Francesco Scoma, la cui nomina non è in discussione. Quella di Salvatore Seminara invece sì: designato alla vicepresidenza, dovrebbe lasciare il posto a una donna. Nell'atto vengono ritirate anche le nomine di Antonino Guiffrè, Giuseppe Maggiore e Caterina Ciraulo nel collegio dei revisori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cda senza donne, il sindaco costretto a ritirare le nomine in Amg Energia

PalermoToday è in caricamento