Più Europa nomina tre portavoce in Sicilia, c'è anche la monrealese Quadrante

Guglielmino e De Leo completano la triade. Insediato anche il coordinamento regionale. Ferrandelli: "Puntiamo a irrobustire il fronte liberal democratico in alternativa a questo governo nazionale e ai sovranisti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La monrealese Manuela Quadrante, l’etnea Chiara Guglielmino, il messinese Alessandro De Leo. Ecco i tre portavoce di +Europa per la Sicilia, scelti per organizzare e promuoverne l’iniziativa politica. Si rilancia così l’azione di radicamento del partito seguendo lo schema delle tre punte suggerito dall’esponente della segreteria nazionale Fabrizio Ferrandelli, che mira all’espansione regionale dalle tre grandi aree metropolitane: Palermo, Catania e Messina.

“Una triade under 40 e a maggioranza femminile - dichiara Ferrandelli - che rilancia anche in Sicilia l’attività di strutturazione che il partito nazionale ha lanciato in tutta italia, territorio per territorio per irrobustire il fronte liberal democratico che vede in +Europa il pilastro di partenza della costruzione dell’alternativa a questo governo nazionale e ai sovranisti".

Insieme ai tre portavoce, si è ufficialmente insediato il coordinamento regionale che avrà il compito di coadiuvare il lavoro dei portavoce. Ne fanno parte: Cesare Mattaliano, Giulio Cusumano, Nino Tuzzolino, Leonardo Canto, Fabio Pernice, Maria Saeli, Monica Bracco, Salvatore Tarantolo, Palmira Mancuso, Chiara Guglielmino, Luigi di Perna, Giovanni Brachitta, Alessandro de Leo, Manuela Quadrante, Riccardo Galioto.

“Un coordinamento fresco, giovane e dinamico, con il segretario nazionale Benedetto della Vedova - conclude Ferrandelli - abbiamo scelto di puntare su giovani amministratori locali, sulle competenze e sulla freschezza del messaggio. Un giusto bilanciamento tra esperienza nel territorio e nuove leadership". 

Torna su
PalermoToday è in caricamento