Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica Calatafimi / Corso Pietro Pisani

Parco Cassarà, c'è il bando per la bonifica: si sblocca l'iter per l'affidamento dei lavori

Dopo un percorso tormentato, il Comune pubblica l'avviso per le indagini ambientali: stanziati 122mila euro. Il primo provvedimento era stato revocato in autotutela per errori e lacune. Il Movimento 5 Stelle, che aveva diffidato l'amministrazione per i ritardi, chiede certezze: "Basta promesse e passerelle"

Il Comune pubblica il nuovo bando per la bonifica del parco Cassarà: si sblocca così il procedimento per l'affidamento dei lavori. Un iter tormentato quello del parco Cassarà, inaugurato nel 2011 e dopo tre anni chiuso - dopo provvedimenti di sequestro - per inquinamento del suolo. Nell'area verde, che si trova nella zona tra corso Pisani, via Altofonte e via ernesto Basile, è stata accertata la presenza di amianto e sfabbricidi.

Le condizioni ambientali all'interno del parco sono state oggetto di numerose inspezioni e interrogazioni, tra cui quella del Movimento 5 Stelle. I pentastellati hanno fatto scattare anche una diffida nei confronti del Comune, firmata dai parlamentari nazionali Adriano Varrica, Aldo Penna, Roberta Alaimo, dal deputato regionale Giampiero Trizzino, dal consigliere comunale Concetta Amella e dal consigliere di circoscrizione Mirko Dentici.

"Nel 2017 - si legge in una nota del M5S - il sindaco annunciò immediate indagini ambientali, ma soltanto a marzo 2018 venne pubblicato l'avviso, che però soltanto un mese dopo venne ritirato in autotutela per errori e lacune. Per sollecitare l'avvio dei lavori, il M5S nello stesso mese fece richiesta di correzione e ripubblicazione immediata dell'avviso ricevendo assicurazioni dal Comune che tutto sarebbe stato fatto entro maggio, scadenza anche questa volta disattesa. Il sindaco Orlando a giugno annunciò la pubblicazione 'entro dieci giorni', ma passarono anche quelli e allora il Movimento decise di diffidare il Comune per costringere alla pubblicazione dell'avviso. Cosa che finalmente è avvenuta dopo aver perso inutilmente ben cinque mesi". Il bando prevede un importo complessivo di circa 122mila euro; mentre è stato fissato dal Comune il termine del 20 settembre per la presentazione delle istanze.

"Seguiremo questa vicenda perché le inaugurazioni non siano più passerelle funzionali alla campagna elettorale dei politici di turno, ma siano invece opere per la collettività funzionali alle priorità dei cittadini a cui offre una città più verde - afferma il deputato e componente della Commissione ambiente, Adriano Varrica insieme agli altri portavoce grillini -. Siamo contenti di riscontrare dopo le denunce del MovImento 5 Stelle si sia sbloccata questa situazione che incredibilmente andava avanti senza motivo da troppo tempo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Cassarà, c'è il bando per la bonifica: si sblocca l'iter per l'affidamento dei lavori

PalermoToday è in caricamento