rotate-mobile
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Pretoria

Ztl, si parte entro marzo: ci sarà la "pausa pranzo", 163 euro la multa

I dettagli sono stati presentati in conferenza stampa a Palazzo delle Aquile. Pass annuali da 100 euro, bus navetta gratuito per il centro. Stangata per i residenti: le auto non potranno nemmeno sostare nella zona vietata. Ecco tutti i particolari

Pass annuali da 100 euro per entrare nelle zone a traffico limitato dalle 8 alle 14.30 a dalle 15.30 alle 20, con uno sconto del 50 per cento per le vetture a metano, gpl e ibride. Libero accesso dalle 20 alle 8 del mattino, con una finestra dalle 14.30 alle 15.30 e uno stop dalla tarda mattinata del sabato alle 8 del lunedì, oltre che nei festivi. Un bus navetta gratuito e ad alta frequenza per l’ingresso nel centro storico. Esenzione totale per taxi, apetaxi, moto, car sharing, mezzi pubblici, auto elettriche e scomparsa della delibera delle targhe alterne.

Sono stati presentati oggi in conferenza stampa a Palazzo delle Aquile, dal sindaco Orlando e dall'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, i dettagli del tanto discusso provvedimento sulle Ztl che entrerà in vigore da fine marzo. I primi pass potranno essere emessi a partire dai primi giorni di marzo ma a tal riguardo è prevista una campagna di comunicazione per informare su luoghi e tempi di attivazione. Stangata per i residenti che decideranno di non acquistare il pass: le macchine non autorizzate non potranno sostare all'interno della zona vietata. Quindi dovranno trovarsi un garage per non prendere la multa.

ZONE A TRAFFICO LIMITATO - Le ZTL sono due e partiranno all'unisono circa 20 giorni dopo la campagna dell'Amat. La 1 va da via Lincoln, passando per le piazze Giulio Cesare e Sant’Antonino, corso Tukory, via Re Ruggero, piazza Indipendenza, il tratto iniziale di corso Calatafimi. E ancora corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Goethe, via Nicolò Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Giuseppe Verdi, via Cavour, piazza XIII Vittime, via Francesco Crispi, via Cala e Foro Umberto Primo. La 2 invece va invece da piazza XIII Vittime, passando per via Francesco Crispi, piazza della Pace, via Piano dell’Ucciardone, piazza Carlo Giachery, via Duca della Verdura, via Emanuele Notarbartolo, via Piersanti Mattarella, via Principe di Villafranca, via Paolo Paternostro, via Giovanni Amendola, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Verdi fino in via Cavour.

MEZZI ESCLUSI - Escluse dunque dal centro, nell’area che va dalla stazione a Notarbartolo, tutte le vetture fino a euro 3 (ovvero quelle immatricolate fino al 1999) anche se si sta lavorando per estendere le limitazioni fino a euro 4. Novità anche per i bus extraurbani per i quali è stato previsto un percorso alternativo fuori dal centro. Coloro che invece vorranno passare dalle zone a traffico limitato, dovranno pagare un pass annuale di 600 euro. Pass gratuiti per i titolari di esercizi commerciali, ma non per i dipendenti. Contravvenzioni da 163 euro per chi accederà all’interno della “zona rossa”. In programma anche una “White list”, una lista di targhe che possono accedere alle ZTL. I titolari di Hotel e B&B possono richiedere l’ingresso giornaliero per gli utenti, in base alla capacità ricettiva.

“Stiamo parlando di una zona della città - osserva Catania - che nelle ore di punta, tra 8 e le 9 del mattino, presenta ad oggi un traffico di destinazione pari a quasi il 30 per cento della pressione veicolare di tutta città, e 20 del traffico di uscita. E’ un’area grande, densa e fortemente inquinata. Questo interverrà su circa il 35 per cento della circolazione. Attraverso le ZTL prevediamo 100 mila veicoli in meno”. "Aumenteremo incoraggiamento o scoraggiamento all’uso - osserva il primo cittadino - non in base all’incasso ma all’inquinamento”.

Orlando-Catania-2

TARIFFE - La tariffa giornaliera sarà di 5 euro, quella mensile di 20 e quella semestrale di 50 per le auto tradizionali. Pari a 100 euro quella annuale. I “furbetti” che proveranno ad entrare nelle zone limitare, pagheranno invece delle contravvenzioni di 163 euro. La stima è di almeno 200 mila permessi da rilasciare. E il prossimo passo sarà quello di definire le procedure per il rilascio dei pass, di approntare gli uffici, di stringere accordi per l’acquisto telematico, di far funzionare le telecamere e organizzare i vigili per i controlli nella 2 che è sprovvista di occhi elettronici.

BUS NAVETTA - Prima dell’attivazione delle ZTL partirà una navetta gratuita, con una frequenza di circa 6 minuti, che passerà dal centro, doppiando per due volte il percorso della linea 101, e che attraverserà il centro, portando nei mercati storici.

PERCORSO LIBERO - Previsto, inoltre, un asse di attraversamento libero della città che va da corso Finocchiaro Aprile, passando per via Volturno fino al porto. Un’area scelta appositamente per collegare quattro parcheggi, quello del Tribunale, di piazzale Ungheria, di via Spinuzza e di piazza Tredici Vittime. “Stiamo pensando - spiega Catania - anche a un percorso alternativo per l’ospedale dei Bambini, che si trova al confine con corso Tukory, per far sì che sia fuori dalle ZTL”.

ACCESSO AI DISABILI Per quanto riguarda i portatori di handicap, costoro potranno accedere gratuitamente presentando una targa prevalente. "Ognuno può comunicare - spiegano Orlando e Catania - che ha cambiato la macchina, dandone comunicazione anche dopo un utilizzo d’emergenza”.

AGEVOLAZIONI - "Abbiamo lavorato sulle agevolazioni - spiega Catania - attenendoci su tre cose: il Codice della strada, una circolare ministeriale del ’97 e un confronto con altre città. A tal riguardo abbiamo messo in atto agevolazioni per residenti, titolari di attività commerciali e disabili". “Siamo sulla via di costruzione di una Palermo vero punto di mobilità sostenibile. Abbiamo tram - dice Orlando - metropolitana, car sharing, bike sharing e sono in aumento le richieste di pedonalizzazione. Ieri il ministro Delrio ha rinnovato i suoi complimenti per quanto stiamo facendo. Abbiamo avuto a cuore un obiettivo fondamentale, che è la tutela dell’ambiente, non quello di guadagnare. Gli introiti andranno all’Amat, che deciderà cosa farne. Ben presto tutti capiranno che è conveniente pagare”. Entro i primi giorni di marzo saranno attivi dei punti fisici e un sito per l’attivazione dei pass online. “Stiamo lavorando - annuncia Catania - anche per un accordo con Poste e Lottomatica”.

TELECAMERE - “La determina per la messa in funzione delle telecamere - spiega Catania - è stata già fatta. L’azienda che firmerà il contratto, la Project Automation, si è data 4 mesi di tempo per l’installazione. Ciò significherà sovraccarico del lavoro della polizia municipale. Non è escluso che l’Amat intanto possa lavorare per incremento dei sistema dei varchi”.

DEROGHE - Oltre ai mezzi pubblici e alle auto elettriche, non avranno bisogno di alcuna autorizzazione forze dell’ordine, forze armate, vigili del fuoco e servizi di pronto soccorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, si parte entro marzo: ci sarà la "pausa pranzo", 163 euro la multa

PalermoToday è in caricamento