Scatta il 6 dicembre la ztl di notte, Ferrandelli contro Catania: "Non può decidere da solo"

Il provvedimento almeno in una prima fase sperimentale dovrebbe essere valido nel fine settimana, venerdì e sabato, dalle 20 all'indomani mattina. Duro il leader di Più Europa: "L'assessore avrebbe dovuto confrontarsi prima con il Consiglio e con le parti sociali"

Via Roma di sera

Ztl attiva anche di notte: ci siamo. Il provvedimento annunciato dall'assessore alla Mobilità dovrebbe scattare dal prossimo 6 dicembre. E non mancano le dure reazioni e le polemiche in consiglio. A partire da uno dei leader dell'opposizione Fabrizio Ferrandelli. "Apprendiamo dalla stampa - dice Ferrandelli (Più Europa) - e non da un confronto con il consiglio comunale, della volontà di Catania di estendere la Ztl anche di notte a partire dal 6 dicembre. Ho chiesto ieri in aula all'assessore di confrontarsi prima con il Consiglio, di presentare un piano organico di mobilità sostenibile e di aggiornare il piano urbano del traffico”.

Il provvedimento almeno in una prima fase sperimentale dovrebbe essere valido nel weekend. I dettagli saranno definiti la prossima settimana dopo una riunione con i tecnici dell'ufficio traffico. Da quanto trapela il divieto (senza ticket giornaliero) dovrebbe scattare alle 20 e terminare l'indomani mattina. 

"Le grandi città italiane - continua ancora Ferrandelli - regolamentano l’accesso notturno a partire dalle ore 23 e fino alle 3, così da consentire a residenti e attività di ristorazione, margini di accesso. La chiusura alle ore 20 - conclude - desertificherebbe la zona, con conseguenti problemi di sicurezza, e comprometterebbe il tessuto economico. Sono convinto dell'illegittimità del provvedimento e del fatto che debba essere il Consiglio l’organo deliberante. Ma al di là di questo - conclude Ferrandelli - senza un confronto con le parti sociali, un piano parcheggi, navette di collegamento e servizi alla cittadinanza non è immaginabile nessuna sperimentazione".

Contrarie al provvedimento si erano dette, nei giorni scorsi, anche Confesercenti e Assoimpresa. Dure critiche all'Amministrazione arrivano anche da Domenico Bonanno, componente della direzione regionale di Diventerà Bellissima. “Errare è umano - dice Bonanno - ma perseverare è diabolico. Questo è quello che sta facendo l’amministrazione Orlando in merito alla Ztl. Un’amministrazione sorda alle istanze della gente che sfrutta ogni possibilità per fare cassa. L’istituzione della ztl notturna ne è un chiaro esempio: mancano i parcheggi, i servizi scarseggiano e la città ogni giorno che passa è sempre meno sicura: in che modo il sindaco pensa di incentivare i cittadini a lasciare la sera le auto a casa per muoversi a piedi o con i mezzi pubblici? E' chiaro che ci sia bisogno di regolamentare la vita notturna, contrastando abusi ed illegalità e venendo incontro alle legittime esigenze dei residenti, ma un provvedimento del genere non risolve il problema, punisce gli esercenti delle zone interessate e costringe i cittadini a fare il pass per l’accesso".

"Un’amministrazione saggia - conclude Bonanno - dovrebbe ascoltare le esigenze e gli interessi di tutte le parti coinvolte, delineando un punto di incontro e provvedimenti condivisi, tutto l’opposto di quanto fatto da Orlando & co. Giusto Catania se ne faccia una ragione, l’unica cosa che chiede la gente sono le loro dimissioni".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento