Vademecum per i sindaci che vogliono attivare la raccolta differenziata

Per raggiungere entro il 31 maggio la percentuale del 35%

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Attribuire per un periodo limitato la responsabilità del servizio RIFIUTI al Corpo di Polizia Municipale; attivare un controllo del servizio di raccolta rifiuti e del fenomeno di abbandono dei rifiuti; B) Costituire l'Ufficio comunale speciale per la raccolta differenziata composto da personale dipendente a tempo indeterminato e determinato che viene distaccato temporaneamente presso il Comando di Polizia Municipale; tra i compiti di questo Ufficio c'è quello di attivare una campagna di comunicazione per la raccolta differenziata con particolare attenzione alle utenze non domestiche ed effettuare il monitoraggio del servizio al fine di rilevare tutte le criticità che consentano di arrivare nel breve periodo alla corretta gestione dei rifiuti; C) Attivare con apposita Ordinanza ex art.191 del D.Lgs. n. 152/2006 tutte le modalità per incrementare le percentuali di raccolta differenziata: raccolta porta a porta con calendario settimanale dove l'indifferenziato è previsto solo una volta, apertura Centro Comunale di Raccolta, convenzioni CONAI con i vari consorzi di filiera per il conferimento dei materiali riciclabili.

D) Attivare una servizio dedicato per specifiche tipologie di rifiuti facilmente intercettabili quali : sfalci di potatura del verde pubblico e privato, rifiuti ingombranti, raccolta del legno. E) Analisi merceologiche dei rifiuti indifferenziati suddivise tra le utenze domestiche e non domestiche al fine di verificare l'incidenza della frazione umida ed attivare in tempi brevissimi la raccolta secco/umido. Le ultime novità in tema di rifiuti in Sicilia. Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n.3/Rif del 8 marzo 2018. Integrazioni all'ordinanza n.2/Rif. del 28 febraio 2018. Vediamole queste misure. 1) I Comuni devono inviare entro il 31 marzo 2018 un cronoprogramma delle azioni dettagliatamente specificate nell'art. 4 dell'Ordinanza n.2/Rif/2018 atte ad incrementare le percentuali di raccolta differenziata. Il dettagliato crono programma è un impegno formale da presentare alla competente SRR di appartenenza e al Dipartimnento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti; 2) Tutti i Comuni della Regione Siciliana dovranno raggiungere entro il 31 maggio 2018 un valore di raccolta differenziata pari ad almeno il 35% attuando tutte le disposizioni già previste dall'art. 4 dell'Ordinanza n.2/Rif/2018 3) I Comuni al fine di dare piena attuazione alle misure di cui all'art.4 dell'Ordinanza n.2/Rif/2018 debbono attivare immediatamente la raccolta differenziata con separazione secco /umido.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento