rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Uditore

"Prepara mille euro e stai attento", direttore Teatro Savio denuncia tentata estorsione

Francesco Giacalone stava passeggiando in zona Uditore quando è stato avvicinato da due uomini che gli hanno avanzato una richiesta inequivocabile. Ma come accadde già 10 anni prima ha deciso di non piegarsi e raccontare tutto ai carabinieri

“Direttore ti devi mettere in regola, prepara mille euro e stai attento”. Con queste parole due uomini avrebbero chiesto il pizzo a Francesco Giacalone, direttore del Teatro Savio, avvicinandolo con fare minaccioso mentre passeggiava in via Uditore. E lui, dopo essersi consultato con il suo datore di lavoro don Gianni Lo Grande (la struttura è gestita dai salesiani, ndr), si è rivolto ai carabinieri e ha fatto l’unica cosa che reputava corretta: denunciare.

A darne notizia è il Giornale di Sicilia che riporta tutto lo sgomento del direttore del Teatro Savio dopo aver ricevuto questa richiesta. “Sono rimasto attonito, senza parole, e quando si sono allontanati mi sono messo in auto cercando di capire cosa fare”. L’episodio denunciato non sarebbe però il primo. Già 10 anni fa Giacalone si era trovato ad affrontare una richiesta di pizzo ma oggi come allora la sua reazione, dopo lo shock iniziale, non è cambiata.

"Per la seconda volta Giacalone e i salesiani dell’istituto Gesù Adolescente hanno detto no. Esprimiamo solidarietà - si legge nella nota firmata da parlamentari nazionali e dai consiglieri comunali e di circoscrizione di Palermo - e gratitudine per il gesto di alto valore civico. Sono segnali importanti di cambiamento culturale e di riscatto che ci fanno essere orgogliosi del nostro concittadino che ancora una volta ha saputo ribellarsi. Per contrastare la mafia c’è bisogno di esempi come questi per rinnovre l’idea che il sacrificio dei martiri della nostra terra non è stato vano”.

"Le estorsioni - dice il capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo Dario Chinnici - sono una delle facce più odiose della mafia perché colpiscono chi lavora onestamente, chi tenta di andare avanti ogni giorno con fatica e si ritrova a dover fare i conti con il pizzo. Esprimiamo solidarietà e vicinanza al direttore del Teatro Savio, Francesco Giacalone, e ai salesiani: il loro coraggio di denunciare sia un esempio per tutti gli imprenditori siciliani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prepara mille euro e stai attento", direttore Teatro Savio denuncia tentata estorsione

PalermoToday è in caricamento