menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina in pieno giorno alla Stazione: puntano coltello per rubare cellulare, due arresti

In manette due egiziani di 17 anni: la vittima è un marocchino che dopo l'aggressione ha fatto scattare l'intervento della polizia. Gli agenti hanno circondato piazza Giulio Cesare

Rapina in pieno giorno nella zona della Stazione centrale. La polizia è intervenuta ieri pomeriggio alla Stazione, bloccando due giovani egiziani. La vittima è un marocchino che era appena stato avvicinato da un gruppetto di ragazzi, poco prima di salire sul treno. Il tempo di scambiare due parole per ingannare l'attesa, poi quella che sembrava una normale chiacchierata si è trasformata in un incubo. "Improvvisamente - raccontano dala questura - uno dei giovani egiziani ha estratto un coltello, puntandolo all’indirizzo del marocchino.
A nulla sono serviti i timidi tentativi di resistenza da parte della vittima, che è stato strattonato da un altro complice". Il tempo di rubare il cellulare e scappare.

Quando i malviventi si sono allontanati, il malcapitato ha avvertito il “113”. Sul posto sono intervenute diverse pattuglie, che hanno organizzato un veloce piano d’intervento. L'intera area è stata circondata dalle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e dai “Falchi” della Squadra Mobile. Proprio sotto la statua di piazza Giulio Cesare, gli agenti hanno individuato un gruppo di giovani egiziani. Tra loro anche i due diciassettenni corrispondenti a quelli descritti dalla vittima. In un amen i due sono stati riconosciuti e tratti in arresto. Dopo un altro controllo nell’area di piazza Giulio Cesare, i poliziotti hanno trovato il coltello utilizzato per la rapina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento