rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Caos benzina, a Palermo prezzi alle stelle e file ai distributori ma lo sciopero degli autotrasportatori è annullato

Così ha deciso la Commissione di garanzia, presieduta da Alessandro Bellavista: "Non è stato rispettato il termine di preavviso di 25 giorni". Intanto il ministro della Transizione ecologica Cingolani tuona contro gli aumenti dei carburanti: "E' una truffa colossale a spese delle imprese e dei cittadini"

Annullato lo sciopero degli autotrasportatori contro il caro carburante previsto per lunedì 14 marzo. In vista dell'imminente protesta, già dallo scorso venerdì ai benzinai si sono registrate lunghe code. I distributori a Palermo e provincia sono stati presi d'assalto dagli automobilisti preoccupati di restare a secco. La Commissione di garanzia, presieduta da Alessandro Bellavista, però ha deciso di sospendere lo sciopero per "il mancato rispetto del termine di preavviso di 25 giorni". 

In città in molti distributori nei giorni scorsi il prezzo del gasolio ha superato quello della benzina senza piombo, con entrambi i carburanti ben sopra i 2 euro. Famiglie in ginocchio e gestori in difficoltà: "Guadagniamo sui litri venduti, prima con 20 euro ne venivano circa 12, adesso siamo sugli 8 e mezzo".

L'aumento vertiginoso dei prezzi dei carburanti, registrato in tutta Italia, secondo il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, sarebbe "ingiustificato": "Non esiste - ha dichiarato - una motivazione tecnica di questi rialzi che vengono addebitati alla situazione in Ucraina. La crescita dei prezzi non è correlata alla realtà dei fatti, è una spirale speculativa su cui guadagnano in pochi". Insomma, secondo il ministro, si tratterebbe di "una colossale truffa a spese delle imprese e dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos benzina, a Palermo prezzi alle stelle e file ai distributori ma lo sciopero degli autotrasportatori è annullato

PalermoToday è in caricamento