Bufera sulla sanità, Orlando: "Regione si costituisca parte civile"

L'operazione ha portato alla scoperta di un presunto giro di mazzette e all'arresto di 12 persone. Parla anche l'assessore Razza: "Il quadro svelato dalle indagini della guardia di finanza è impietoso e fa rabbia"

"I siciliani si attendono la costituzione di parte civile della Regione Siciliana, insieme ad ogni utile provvedimento per contrastare la "corruzione sistemica" che affligge la sanità pubblica della nostra regione". Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, in merito all'operazione "Sorella sanità" delle fiamme gialle, che ha portato alla scoperta di un presunto giro di mazzette e all'arresto di 12 persone tra cui l'attuale commissario per l'emergenza coronavirus Antonio Candela. L'"appello" di Orlando è stato poi accolto da Musumeci, che ha dichiarato che la Regione si costituirà parte civile.

"Ho già dato mandato agli uffici legali della Città e della città Metropolitana di Palermo di procedere alla costituzione di parte civile per i danni prodotti da questo gravissimo sistema di corruzione", ha concluso il sindaco.

Sulla vicenda è intervenuto anche l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. "La storia personale e le pubbliche considerazioni di tante istituzioni su alcuni dei soggetti coinvolti, a partire dal dottor Candela, stonano con le risultanze di questa attività investigativa. E per questo la vicenda lascia ovviamente attoniti. Ma saranno immediati, già questa mattina, tutti i provvedimenti conseguenti. Il quadro svelato dalle indagini della guardia di finanza - prosegue l'esponente della giunta Musumeci - è impietoso e fa rabbia. Poco importa che siano fatti risalenti nel tempo al 2016. Quando abbiamo applicato il protocollo anticorruzione Anac-Agenas avevamo individuato nel 'rischio' gare quello più alto. Ed è anche questa la ragione per la quale, attirandomi polemiche, ho alzato la voce sulle centrali di committenza pubbliche perché il sistema sanitario non può essere depauperato da condotte criminose. Ho sempre invitato, e continuo ad invitare oggi tutte le imprese a denunciare all'autorità giudiziaria ogni anomalia e a segnalarlo formalmente alla nostra anticorruzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento