Cronaca Montepellegrino / Via Andrea Cirrincione

Via Cirrincione, Alesi: "Discarica resiste ad appelli e richieste"

A segnalarlo è il consigliere dell'ottava circoscrizione, ricordando come non sia bastato l'infortunio ad un settantacinquenne scivolato su delle lastre di gesso abbandonate sui marciapiedi. "La Rap ignora le mie note e quelle dei residenti"

La via Cirrincione

Decine di appelli, segnalazioni, richieste d’intervento si susseguono da mesi e forse da anni, per rimuovere una discarica che invade il marciapiede della via Andrea Cirrincione, una parallela di via Autonomia Siciliana. Non è bastato neppure l’infortunio accaduto a un anziano scivolato su lastre di gesso, che nessuno ha ancora rimosso dallo scorso anno. In quell'occasione l'uomo, di 75 anni, ha riportato la frattura del femore.

"Ignorate le mie note inviate alla Rap - racconta Maurizio Alesi, consigliere dell’ottava circoscrizione - e quelle di tanti residenti. Su quel marciapiedi si scarica di tutto: materassi, sanitari, ramaglie, sfabricidi, che ormai fanno parte dell’arredo urbano. La beffa è quella di vedere lo spazzino che, non potendo intervenire, lascia al suo posto la discarica per togliere qualche piccola carta lasciata per terra". Quel tratto, aveva già denunciato il consigliere, è del tutto privo di cassonetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Cirrincione, Alesi: "Discarica resiste ad appelli e richieste"

PalermoToday è in caricamento