Cronaca

Tradito da piercing e occhi azzurri: preso l'"incubo dei supermercati"

Un uomo di 34 anni è finito in manette perché ritenuto responsabile di avere commesso una serie di rapine ai danni di esercizi commerciali. Non ha mai avuto né l'accortezza d'indossare abiti diversi durante i suoi blitz né quella di coprire il volto: così è stato identificato

E' stato tradito dal piercing al sopracciglio. Ha pagato caro un piccolo dettaglio un uomo di 34 anni (F.M. le sue iniziali) che è stato arrestato perché ritenuto responsabile di avere commesso una serie di rapine ai danni di esercizi commerciali. Gli agenti del commissariato "Zisa - Borgonuovo", hanno fatto scattare le manette dopo una minuziosa attività d'indagine.

L'uomo aveva preso di mira un punto vendita "Bottega Verde" di corso Finocchiaro Aprile, in cui in più occasioni, tra novembre e dicembre dello scorso anno, armato di coltello e solo parzialmente "coperto", aveva compiuto le sue rapine portando via l'incasso per un ammontare complessivo di circa 700 euro. Successivamente, con l'aiuto di un complice, aveva rapinato il supermercato Fortè di via Ida Castelluccio, portando via l'incasso di circa 600 euro.

Sicuro di sè, il malvivente non ha però avuto né l'accortezza d'indossare abiti diversi nel corso delle rapine né quella di coprire il volto sfoggiando così durante ogni colpo il piercing sul sopracciglio e non camuffando in qualche modo gli occhi facilmente identificabili per il colore chiaro. Così, grazie anche alle immagini di videosorveglianza, gli investigatori lo hanno incastrato. Dopo l'arresto è stato rinchiuso nel carcere dell'Ucciardone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradito da piercing e occhi azzurri: preso l'"incubo dei supermercati"

PalermoToday è in caricamento