Assalto in banca, clienti e impiegati sequestrati: arrestato un palermitano

Le indagini si riferiscono al colpo dello scorso 13 ottobre ai danni dell'Istituto di Credito Valtellinese di Enna. In manette un 28enne, Daniele Profeta, indagato in concorso con il fratello Angelo e il padre Pietro

Un frame dell'ingresso in banca del rapinatore

I carabinieri di Enna hanno arrestato negli scorsi giorni un 28enne palermitano, Daniele Profeta, indagato in concorso con il fratello Angelo e il padre Pietro. L'accusa è di rapina aggravata. Le indagini si riferiscono al colpo dello scorso 13 ottobre ai danni dell'Istituto di Credito Valtellinese di Enna quando, in pieno giorno, i tre con volto travisato si sono introdotti nella filiale riuscendo a farsi consegnare la somma di 29 mila euro. Dopo aver chiuso i clienti e gli impiegati in uno degli uffici, hanno intimato al responsabile di aprire la cassa, appropriandosi dei soldi.

I palermitani si sono poi allontanati per le vie cittadine, facendo così perdere le proprie tracce. Le successive indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Enna hanno permesso di risalire al numero di targa dell’auto e arrestare Daniela Profeta, ritenuto il presunto esecutore materiale della rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento