Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Prelievo a domicilio per i pazienti delle fasce deboli in 11 comuni

Il servizio sarà assicurato dai centri convenzionati di Gratteri, Isnello, Lascari, Scillato, Sclafani Bagni, Baucina, Campofelice di Fitalia, Cefalà Diana, Godrano, Villafrati ed Ustica

Prelievo a domicilio per anziani e disabili nei comuni sprovvisti di laboratori d’analisi e che si trovano a più di 10 km. di distanza da strutture pubbliche o private. Il progetto, rivolto ai pazienti delle “fasce deboli”, è stato adottato dal Direttore generale dell’Asp di Palermo, Salvatore Cirignotta. Saranno Centri diagnostici convenzionati ad assicurare il servizio almeno una volta a settimana in ciascuno degli 11 Comuni interessati dall’iniziativa.

“Per ottenere il prelievo a domicilio occorre un'impegnativa redatta dal Medico di famiglia che indichi chiaramente la necessità di prelievo domiciliare per il paziente non deambulante – ha spiegato il Direttore generale dell’Azienda sanitaria, Salvatore Cirignotta – l’utente o un suo familiare, potrà, quindi, contattare telefonicamente il centro analisi individuato nell’ambito del progetto e prenotare la prestazione nella propria abitazione”.
Il progetto, che ha un costo complessivo di 74.384 euro, coinvolge i Comuni di Gratteri, Isnello, Lascari, Scillato, Sclafani Bagni, Baucina, Campofelice di Fitalia, Cefalà Diana, Godrano, Villafrati ed Ustica. I pazienti che potranno usufruire del servizio sono: gli over 65, i disabili ed i soggetti esenti per patologia non deambula bili.

“Le prestazioni domiciliari – ha sottolineato Cirignotta – saranno garantite da personale abilitato all’esecuzione dei prelievi. I campioni biologici saranno trasportati ai laboratori d’analisi nel rispetto di una procedura che garantisca la sicurezza degli operatori e l’adeguata conservazione del materiale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prelievo a domicilio per i pazienti delle fasce deboli in 11 comuni

PalermoToday è in caricamento