rotate-mobile
Lutto

Dal negozio in via Oreto al cinema: è morto Franco Meta, icona neomelodica

Riferimento del genere in città, il cantante ebbe un ruolo nel film "Tano da morire" diretto da Roberta Torre nel 1997. Sui social in tanti lo ricordano: "Adesso farai emozionare Dio con la tua bellissima voce"

Gli amanti del genere lo ricorderanno per i suoi brani più acclamati come "Pe na femmena" e "Na storia cu tte", chi invece ascolta altro e ama il cinema di nicchia magari lo avrà visto sul grande schermo dove ebbe una parte nel film "Tano da morire" diretto da Roberta Torre del 1997. Comunque sia c'è che Palermo con la morte di Franco Meta, deceduto a 66 anni a causa di una malattia, perde un riferimento della musica neomelodica in città.

Meta, prima del ritiro anche a causa delle sue condizioni di salute, lascia negli appassionati anche il ricordo di un negozio di musica in via Oreto che è stato uno dei luoghi cruciali del neomelodico nel capoluogo siciliano.

Sono in tanti coloro che piangono la sua perdita sui social in queste ore. Un omaggio a Meta che arriva sino a Napoli, la capitale del neomelodico. "Uno dei pochissimi cantanti seri e professionali, specialmente con noi colleghi napoletani, senza gelosie dimostrando la sua grande umiltà", scrive Massimo Sette. "Ciao Franco Meta, adesso farai emozionare Dio con la tua bellissima voce", è il saluto di Vincenzo Navarra che pubblica le immagini di Meta sul set di "Tano da morire". "Eri un grande artista, una bellissima voce palermitana. Adesso canterai con gli angeli", è l'omaggio di Andrea Leone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal negozio in via Oreto al cinema: è morto Franco Meta, icona neomelodica

PalermoToday è in caricamento