Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Monreale

Monreale, all'Acquapark in nero 14 lavoratori su 30: multa e obbligo di assunzione

Tra gli impiegati anche un ragazzo che non aveva compiuto 18 anni al momento dell'assunzione e "che sarebbe stato impiegato senza visita medica preventiva con orari nettamente superiori a quanto previsto dai contratti di lavoro"

Proseguono i controlli dei carabinieri per verificare il rispetto delle normative sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. I militari dell'Arma hanno passato al setaccio, in particolare, stabilimenti balneari e luoghi di ritrovo. Da un'ispezione all'Acquapark di Monreale è emerso che su 30 dipendenti, 14 erano completamente in nero. Tra loro, anche un giovane che non aveva compiuto 18 anni al momento dell'assunzione e "che sarebbe stato impiegato senza la prevista visita medica preventiva e con orari di lavoro nettamente superiori a quanto previsto dai contratti collettivi".

La legge prevede che "in caso di impiego di lavoratori senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro, si applica una sanzione amministrativa che va da 1.500 euro a 9.000,00 euro per ciascun lavoratore irregolare che non abbia superato, però, i 30 giorni di effettivo lavoro. Le sanzioni, invece, possono arrivare fino a 36.000 euro per ciascun lavoratore, se impiegato per oltre 60 giorni di effettivo lavoro. La società controllata, inoltre, è stata 'diffidata' e i lavoratori riconducibili all’impresa dovranno essere assunti per almeno tre mesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monreale, all'Acquapark in nero 14 lavoratori su 30: multa e obbligo di assunzione

PalermoToday è in caricamento