Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Istituto pediatrico mai completato, costretti ad andare a Milano per salvare il figlio

Manfredi è nato con una malformazione al cuore. Grazie ad delicato intervento il bimbo è guarito, ma la sua famiglia è dovuta andare in un ospedale lombardo. L'apertura del centro all'avanguardia, l'ismep, era prevista per il 2018 ma il cantiere è fermo da anni

Manfredi e suo papà

Da Palermo a Milano per salvare il figlio nato con una malformazione cardiaca congenita. A raccontare questo caso di sanità e di spreco di denaro pubblico, che vede protagonista una giovane coppia palermitana è stata la trasmissione Presa diretta, condatta da Riccardo Iacona, nella puntata andata in onda il 22 gennaio scorso.

Ignazio Brasile, 30 anni di Trabia, e la moglie Emanuela, hanno un figlio che si chiama Manfredi. Quando Emanuela era incinta di cinque mesi hanno scoperto che il feto aveva una malformazione e che per poter vivere, dopo la nascita, il bimbo doveva essere sottoposto ad un delicato intervento a cuore aperto. A Palermo questa operazione non si può fare: l'Istituto mediterraneo di eccellenza pediatrica siciliano, istituito con il decreto dell’assessore regionale per la Salute il 15 dicembre 2014, non è stato mai ultimato. Per poter curare il piccolo, la coppia è stata costretta a spostarsi fuori regione e a pagare tutte le spese di viaggio. Manfredi è stato operato nel rinomato Centro di eccellenza di Cardiochirurgia Pediatrica per i cardiopatici congeniti adulti del Policlinico San Donato di Milano. 

L'opera incompiuta

Il cantiere dell'Istituto mediterraneo di eccellenza pediatrica siciliano è fermo e la procura ha aperto un'inchiesta. Lo scorso luglio la deputata siciliana alla Camera Giulia Di Vita sullo stop alla realizzazione del progetto dell’Ismep ha presentato diversi atti parlamentari. Tra gli ultimi, un’interpellanza al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e un question time al quale ha risposto il sottosegretario Davide Faraone. “Finalmente qualcosa si muove. Da due anni - affermava Di Vita - presento atti sull'Ismep chiedendo alla politica di fare chiarezza, di inviarmi le varianti di progetto, la rendicontazione dei 50 milioni già spesi col risultato finale di un cantiere fermo da 15 anni al fondo Malatacca e la società incaricata dei lavori fallita. L’unica risposta franca ma ovvia del ministero che ho ricevuto mi informa che l'Ismep non potrà partire nemmeno nel 2018".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto pediatrico mai completato, costretti ad andare a Milano per salvare il figlio

PalermoToday è in caricamento