Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Montepellegrino / Via Dell' Arsenale

Fiamme al porto, un incendio che sa d’intimidazione: trovate alcune bottiglie di benzina

Il rogo è divampato nell’area logistica Pet della compagnia Grimaldi. Sul posto i vigili del fuoco e i poliziotti della Scientifica che hanno repertato le tracce lasciate dai responsabili. Al vaglio le immagini di alcune telecamere

Appiccate le fiamme al porto. Un incendio è divampato nella notte nell’area logistica della compagnia Grimaldi che si trova vicino al varco Colombo (ex Quattro venti). Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato due roghi: uno di rifiuti in via dell’Arsenale e un altro all’interno del porto, vicino ad alcuni tir. Dietro i mezzi la polizia, intervenuta anche con il personale della Scientifica, ha trovato alcune bottiglie piene di benzina, mentre altre ancora erano state svuotate per far sì che si sprigionasse la fiammata.

Gli investigatori hanno raccolto tutti gli indizi possibili all’interno dell’area gestita dalla Grimaldi e hanno acquisito le immagini di riprese dall’impianto di sorveglianza. Le telecamere, secondo le prime informazioni, avrebbero ripreso alcune persone che si sono arrampicate su un muretto di cinta per lanciare le bottiglie piene di carburante. Poi, probabilmente per depistare le indagini, avrebbero cosparso di benzina un cassonetto di via dell’Arsenale e sarebbero scappati prima che le fiamme si propagassero all’interno del porto.

Dai primi elementi raccolti sembrerebbe che l’incendio sia stato appiccato per lanciare un messaggio. Nel mirino potrebbe essere finita nuovamente la compagnia Grimaldi. Un po’ come avvenuto a fine febbraio, quando il direttore della sede palermitana ha contattato la polizia segnalando il ritrovamento di un proiettile calibro 38 sulla sua scrivania, nell’ufficio di via Emerico Amari.

Todaro: "Episodio inquietante, ma il vento è cambiato"

"Forse qualcuno non ha ancora capito che al porto il vento è cambiato e che ci sarà sempre un muro contro qualsiasi tipo di azione o atteggiamento fuori dalle regole". Lo dice attraverso una nota Giuseppe Todaro, presidente dei lavoratori portuali. "L’incendio appiccato la scorsa notte - aggiunge - è un episodio preoccupante non solo per l’escalation che si sta registrando, ma anche per la tempistica scelta dagli attentatori, visto che oggi era prevista la visita della commissione Trasporti della Camera. Per noi, comunque, poco cambia: siamo stati e continuiamo a essere vicini alla famiglia Grimaldi e a tutti i suoi dirigenti e lavoratori di Palermo, a cui esprimiamo la nostra massima solidarietà. E continueremo a schierarci sempre dalla stessa parte, vale a dire al fianco di chiunque segue e seguirà il percorso di legalità che è stato intrapreso in questi anni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme al porto, un incendio che sa d’intimidazione: trovate alcune bottiglie di benzina

PalermoToday è in caricamento