Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

In migliaia per la Santuzza, tanti fischi e pochi applausi per Orlando

La 391esima edizione del Festino di Santa Rosalia è stata dedicata al tema della Misericordia. A dare inizio alla tradizionale festa, lo spettacolo teatrale "Rosalia è Palermo" ideato da Lollo Franco

Il Carro per il Festino 2015

Il caldo non ha fermato la festa e la città si è mobilitata per rendere omaggio alla Santuzza. In migliaia, tra cittadini e turisti, ieri sera hanno affollato le strade del centro storico per partecipare al 391^ Festino di Santa Rosalia, dedicato quest'anno al tema della misericordia. (GUARDA IL VIDEO)

La manifestazione è iniziata dopo le 21 davanti alla Cattedrale. A dare il via alla serata lo spettacolo teatrale "Rosalia è Palermo" ideato da Lollo Franco, direttore artistico dell'evento. Sul palco otto attori principali e decine di artisti, che hanno messo in scena Palermo e i suoi mille volti.

Occhi puntati poi sul carro-nave disegnato da Sergio Pausig, con lo scafo in oro e un dodecaedro con le fotografie di Carlo Bevilacqua. Accanto alla statua di Rosalia, con un saio e un lungo mantello mosaicato, ecco sedere una donna, un anziano, un disoccupato, un disabile, un senzatetto e un detenuto. A trainare il carro lungo il Cassaro, da Porta Nuova a Porta Felice, sono stati gli studenti universitari dell'Udu, i giovani del Palermo youth centre e alcuni migranti; in testa al corteo il sindaco Leoluca Orlando, con al suo fianco l'omologo di Duesseldorf, Thomas Geisel, (città con la quale ha siglato un gemellaggio), e gli assessori della Giunta comunale. Come da tradizione all'incrocio dei Quattro Canti il primo cittadino è salito sul carro per l'omaggio floreale alla Santuzza e gridare per tre volte - come vuole la tradizione - "Viva Palermo e Santa Rosalia". Per il sindaco applausi, ma anche fischi da parte della folla radunata ai piedi del carro.

Devozione, ma anche attenzione ai temi sociali. Orlando al termine del rituale ha infatti voluto consegnare a un giovane migrante arrivato tre giorni fa in città la sua fascia tricolore. "Palermo - ha detto - è sempre più città accogliente, impegnata contro la barbarie. Palermo è sempre più e sempre meglio città interculturale che cura il suo patrimonio storico e culturale e ne fa fonte di unità e risorsa di sviluppo, impegnata a costruire una comunità più vivibile per i suoi cittadini, per i turisti, per i tanti migranti che arrivano in cerca di speranza e dignità". L'avanzare del carro è stato scandito, agli incroci principali, da musiche e danze. Al Foro Italico, infine, i tradizionali giochi pirotecnici.

La festa per la santa patrona della città proseguirà oggi con alcune manifestazioni collaterali. Le confraternite religiose ripeteranno un rito vecchio di quattro secoli: accompagneranno lungo l'asse principale del centro storico l'urna argentea che contiene le ossa di Santa Rosalia ritrovate nel 1624 e portate in processione per chiedere la liberazione dalla peste. La scultura argentea custodita in Cattedrale, alle 19, uscirà in strada, circondata di fiori, seguita da migliaia di persone e accompagnata dal Corpo bandistico palermitano del maestro Massimo Vella e al ritorno dal complesso bandistico "Cav. Michele Cascino".

Al Politeama alle 18.30, per il terzo anno consecutivo, ci sarà il ricordo delle donne vittime di violenze. "Nessuno tocchi Rosalia" quest'anno sarà dedicata alla memoria di Carmela Petrucci, la studentessa uccisa tre anni fa nell'androne di casa dall'ex fidanzato della sorella. L'associazione Le Onde Onlus e il coordinamento Antiviolenza 21 luglio - che organizzano la manifestazione - invitano  la città "a ricordare Carmela, a esprimere la vicinanza a Lucia e alla sua famiglia e sostenere la loro richiesta di giustizia. Come gli altri anni, portate tanti fiori, disegneremo delle sagome di donne sull'asfalto, quante sono le donne uccise lo scorso anno in Italia per mano di qualcuno con cui avevano condiviso una relazione di intimità e deporremo un fiore su ogni sagoma".

Leggi anche: Tutti gli eventi in programma per il 391^ Festino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In migliaia per la Santuzza, tanti fischi e pochi applausi per Orlando

PalermoToday è in caricamento