Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Uditore

Omicidio di via Uditore, gip convalida l’arresto di Caruso

Il giovane, figlio di un muratore e madre casalinga, è accusato di omicidio volontario e tentativo di omicidio. L'indagine è coordinata dal pm Caterina Malagoli

La vittima, Carmela Petrucci e il suo presunto assassino Samuele Caruso

Sarà interrogato lunedì dal gip, che dovrà decidere sulla convalida dell'arresto, Samuele Caruso, il ragazzo di 23 anni, che ha confessato il delitto di Carmela Petrucci, 17 anni, e il ferimento della sorella Lucia, 18 anni, sua ex fidanzata. Il giovane, figlio di un muratore e madre casalinga, è accusato di omicidio volontario e tentativo di omicidio. L'indagine è coordinata dal pm Caterina Malagoli.

La procura di Palermo non crede che sia stato un raptus ad armare la mano del 23enne contro le sorelle Petrucci. Il magistrato Caterina Malagoli, che coordina l'indagine condotta dalla polizia, contesta l'omicidio volontario premeditato, aggravato dai motivi futili e abietti. Il giovane, del resto, si è presentato con un coltello, che è stato peraltro ritrovato, e ha atteso che le due ragazze arrivassero. Caruso, che ha confessato e ha detto di avere perso la testa, avrebbe agito, dunque, secondo il pm, consapevolmente e con l'intenzione di uccidere, probabilmente entrambe le sorelle. Lo dimostrano i colpi ben assestati al collo di Carmela. Ma anche quella ventina di fendenti che hanno raggiunto Lucia, come ha spiegato oggi ai giornalisti Giuseppe Termine, il primario di Chirurgia dell'ospedale Cervello: colpi sferrati, ha detto, in modo "barbaro e brutale", utilizzando "un'arma estremamente affilata, assimilabile a un bisturi". Se non sono stati mortali e più profondi e la ragazza oggi è in "buone condizioni", ciò probabilmente è dovuto al fatto che tra lei e l'ex fidanzato omicida si è frapposta proprio Carmela. Una breve relazione quella tra Lucia e Samuele, nata su facebook, la cui fine in estate non era mai stata accettata da lui e di cui i genitori di lei non sapevano nulla. Oggi un poliziotto è stato inviato nel nosocomio per sentire Lucia che già nell'immediatezza dei fatti aveva accusato l'ex, ma che ancora non sa che la sorella è morta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di via Uditore, gip convalida l’arresto di Caruso

PalermoToday è in caricamento