menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il giorno della strage in via D'Amelio

Il giorno della strage in via D'Amelio

L'ex pentito Scarantino prima sparisce, poi si rimette in contatto con la Dia

L'ex collaboratore di giustizia che ha contribuito alla condanna all'ergastolo di sei persone per la strage di via D'Amelio aveva fatto perdere le tracce dalla comunità religiosa del nord Italia che lo ospitava

Per qualche ora ha fatto perdere le sue tracce, poi si è messo in contatto con la Dia. Si è subito risolto il giallo sulla sorte di Vincenzo Scarantino, l'ex collaboratore di giustizia le cui dichiarazioni hanno contribuito alla condanna all'ergastolo, per la strage di via D'Amelio, di 6 persone ora liberate e per cui si profila la revisione del processo.

Dopo aver fatto perdere le tracce dalla comunità religiosa del nord Italia che si era offerta di ospitarlo dopo la sua scarcerazione, come riporta il sito dell'Ansa, Scarantino si sarebbe rimesso in contatto con gli uomini della Dia che ora ne conoscono il nascondiglio e ne seguono gli spostamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento