menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti a Terrasini

Rifiuti a Terrasini

Rifiuti, Siculiana sbarra le porte: al via l'ennesima emergenza in provincia

Dal 27 novembre scorso l'immondizia non viene sversata in discarica. A Terrasini, uno dei comuni più interessati dal problema, è rivolta contro la Tarsu

La discarica di Siculiana, dove vengono sversati i rifiuti dei comuni facenti parte dell'Ato Pa 1, ha chiuso un'altra volta i cancelli. In provincia è dunque di nuovo emergenza. I motivi sono sempre gli stessi.

"Il gestore della discarica di Siculiana dal 27 novembre 2012 - ci spiega l'ufficio stampa del comune di Terrasini- ha di nuovo inibito il servizio di smaltimento rifiuti all'ATO PA 1 a causa dei debiti maturati e il ritardo dei pagamenti. E così si innescano i soliti problemi, con la spazzatura che si accumula nei paesi, con l'Ato Pa 1 che sollecita ai Comuni il pagamento  delle somme spettanti, con i Comuni che si sforzano ma che, a causa delle difficoltà ecomnomiche, non riescono a far fronte a tutte le richieste".

"La novità di giovedì - continua - è che l'Ato Pa 1 ha chiesto alla ditta che gestisce la discarica di volere almeno autorizzare il conferimento dei soli rifiuti provenienti da postazioni di raccolta ubicati in prossimità di scuole, edifici pubblici, ospedali e strutture sanitarie, al fine di contenere situazioni di criticità nelle immediate adiacenze di tali siti particolarmente sensibili".

La ditta ha dato la sua disponibilità, a partire da oggi,  ad effettuare lo smaltimento di questi nei limiti massimi quantitativi di 20 tonnellate al giorno. La situazione è comunque più difficile delle altre volte perchè "non si ancora quando la discarica sarà di nuovo disponibile per il conferimento totale dei rifiuti di tutti i paesi dell'ATo Pa 1".

I cittadini sono esausti e si stanno organizzando per cercare di non pagare la Tarsu, la tassa sui rifiuti che il Comune di Terrasini ha raddoppiato. "Stiamo valutando la legittimità di chiedere il rimborso del 40% in quanto il servizio non viene erogato. Stiamo anche preparando una lettera di messa in mora per tutti i comuni dell'Ato Pa 1 per la mancata raccolta differenziata", dichiara il comitato "Cittadini per l'ambiente" Cinisi e Terrasini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento