Cronaca

Corridoio Scandinavo-Mediterraneo, coordinatore europeo a Palermo

Dal 19 al 21 febbraio il coordinatore europeo, Pat Cox, è atteso in visita ufficiale per incontrare le autorità regionali e i maggiori esponenti regionali nel settore dei trasporti

Pat Cox

Dal 19 al 21 febbraio il coordinatore europeo del Corridoio Scandinavo-Mediterraneo, Pat Cox, è atteso in visita ufficiale in Sicilia e Calabria per incontrare le autorità regionali e i maggiori esponenti regionali nel settore dei trasporti. Si tratta del massimo esponente della commissione europea per lo sviluppo del corridoio delle reti di trasporto trans-europee (TEN-T) che dalla Scandinavia raggiunge Malta, attraversando Germania e Italia.

La visita avrà inizio a Palermo, nel pomeriggio di lunedì 19 febbraio, presso l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, dove Pat Cox incontrerà il presidente Pasqualino Monti. In serata, è prevista una cena di lavoro con l’Assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Siciliana, Marco Falcone. 

Durante la visita, Pat Cox, discuterà con ciascuno degli attori coinvolti di quali siano le più gravi carenze infrastrutturali, quali i collegamenti mancanti, e su quali opere strategiche dovranno essere concentrati gli investimenti in infrastrutture di trasporto per promuovere la competitività e lo sviluppo economico di Sicilia e Calabria.

La visita è stata promossa e organizzata da Alessandra Arcodia, fondatore e direttrice Affari Europei dell’associazione non profit WISDO Public Policy & Management, in collaborazione con la Commissione Europea, la Presidenza della Regione siciliana, l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, l’Autorità di Sistema del Mare di Sicilia orientale, l’Autorità portuale di Messina e RFI.

"Wisd - si lle in una nota - con il suo programma Tranmed per promuovere lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto, nell’ultimo anno ha instaurato un intenso dialogo con la Commissione Europea per dare alla Sicilia e alla Calabria un ruolo non periferico, ma strategico all’interno del corridoio Scandinavo–Mediterraneo. Costruire un ruolo più strategico della parte Sud del Corridoio sarà fondamentale per il rafforzamento della crescita economica non solo delle regioni meridionali, ma di tutta l’Europa".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corridoio Scandinavo-Mediterraneo, coordinatore europeo a Palermo

PalermoToday è in caricamento