Cronaca Trabia

Coronavirus, quattro nuove "zone rosse" in Sicilia: c'è anche Trabia

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato l'ordinanza che dispone le massime restrizioni a causa di un repentino aumento dei contagi. Oltre al centro del Palermitano, i divieti scattano per Ribera, in provincia di Agrigento; Serradifalco, in provincia di Caltanissetta e Santa Maria di Licodia, in provincia di Catania

Ci sono quattro nuove "zone rosse" in Sicilia. Si tratta di Trabia, nel Palermitano; Ribera, in provincia di Agrigento; Serradifalco, in provincia di Caltanissetta e Santa Maria di Licodia, in provincia di Catania.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato l'ordinanza che dispone le massime restrizioni nei quattro centri. Il provvedimento era stato annunciato dallo stesso governatore in Aula all'Assemblea regionale siciliana durante la seduta dedicata all'esame della legge di stabilità. Secondo quanto affermato però a stretto giro potrebbero arrivare altre "zone rosse".

L'ordinanza entrerà in vigore giovedì 25 marzo e sarà valida fino al 6 aprile compreso. Il provvedimento, che prevede anche la chiusura delle scuole, è stato richiesto dai sindaci delle quattro città e si è reso necessario a causa di un repentino aumento dei contagi registrati negli ultimi giorni, certificato dalle rispettive Asp.

Sono già "zona rossa" e lo saranno fino al 30 marzo Caltavuturo, in provincia di Palermo; Caltanissetta; Palma di Montechiaro (Ag), e Scicli. Fino al 27 marzo sono "zona rossa" anche Altavilla Milicia e San Mauro Castelverde, nel Palermitano; Montedoro, in provincia di Caltanissetta; Portopaolo di Capo Passero, nel Siracusano; Raffadali in provincia Agrigento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quattro nuove "zone rosse" in Sicilia: c'è anche Trabia

PalermoToday è in caricamento