Cronaca

Al setaccio grossisti e pescherie, sotto sequestro pesce asiatico e tonno sottomisura

Dicembre di controlli serrati per la guardia costiera con l'operazione "Mercato globale". Oltre 7 mila chili di prodotti ittici sono stati sequestrati nel capoluogo e in un magazzino di Villabate prima che finissero sulle tavole dei palermitani

Oltre 6 mila chili di pesce provenienti soprattutto dal sud-est asiatico sequestrati tra depositi e mini market a Palermo e altri 1.300 di tonno rosso al di sotto della misura consentita in un magazzino a Villabate che sono costati al titolare (del quale non è stato fornito il nome) una multa da 33 mila euro. Sono solo alcuni dei numeri dell’operazione "Mercato globale" programmata a dicembre dal Comando generale del corpo delle capitanerie di porto ed eseguita a livello regionale dalla Direzione marittima della Sicilia occidentale. Particolare attenzione è stata rivolta alla tracciabilità dei prodotti e alla loro etichettatura, specie per la merce proveniente dai paesi che non fanno parte dell’Unione europea.

A finire sotto la lente l’intera filiera della pesca, soprattutto in relazione al commercio all’ingrosso. Senza però tralasciare pescherie, ambulanti, mercati rionali, mezzi di trasporto e attività di ristorazione. Nell’ultimo mese dell’anno è stato impegnato personale della guardia costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela tra pattuglie in auto, unità navali e militari che hanno svolto un’intensa attività di verifica sia nell’entroterra sia nelle isole minori. Duecentodue le ispezioni effettuate, 101 i verbali amministrativi elevati per un importo complessivo di 80 mila euro e 24,5 le tonnellate di prodotti ittici vari sottoposti a sequestro (10 dei quali donati in beneficenza dopo i controlli dell'Asp).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al setaccio grossisti e pescherie, sotto sequestro pesce asiatico e tonno sottomisura

PalermoToday è in caricamento