menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In regola con le norme anti Covid, ma con tre impiegati in nero: multati due locali a Cefalù

Polizia, guardia di finanza e vigili urbani hanno elevato multe per migliaia di euro. Regolarizzata la posizione di un lavoratore. Nei successivi controlli è stata riscontrata l'occupazione abusiva del suolo pubblico da parte di altre 6 attività di ristoro

In regola con le norme anti Covid, ma con tre impiegati in nero e il suolo pubblico occupato abusivamente: due locali a Cefalù sono stati sanzionati per irregolarità in materia di lavoro e mancanza di autorizzazioni amministrative.

E' questo il bilancio di un'operazione interforze di polizia, guardia di finanza e vigili urbani nella cittadina normanna. I primi controlli, inizialmente finalizzati a riscontrare il rispetto delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza Coronavirus, sono stati effettuati in attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande del centro cittadino.

Nel dettaglio, sono state elevate due sanzioni - una per attività - con conseguente denuncia all’autorità giudiziaria dei rispettivi responsabili per occupazione abusiva di suolo pubblico. Durante i successivi accertamenti, la guardia di finanza di Cefalù ha scoperto l’assunzione in nero di tre dipendenti dei due locali. Per due di essi, i relativi procedimenti sono stati definiti con la notifica del verbale unico di accertamento che ha fatto scattare una sanzione da 5.400 a 10.800 euro. Per l’altro lavoratore in nero scoperto, peraltro subito dopo regolarizzato dal datore di lavoro, è in corso di definizione una sanzione massima pari a 1.800 euro.

Nei successivi controlli è stata riscontrata l'occupazione abusiva del suolo pubblico da parte di altre 6 attività di ristoro. Tutti sono stati deferiti all’autorità giudiziaria e multati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento