rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Viale del Fante

Guasto alle pompe dell'autoclave: piscina comunale di nuovo chiusa

L'intoppo alla vigilia della terza edizione del trofeo Città di Palermo con ben 650 nuotatori iscritti. Ma l'assessore allo Sport Petralia Camassa assicura: "La gara si farà, risolveremo il problema entro la giornata, impianto riaperto alle 18"

Ancora un guasto alla piscina comunale alla vigilia di un importante evento. Questa mattina l'impianto di viale del Fante è rimasto chiuso. Domani, lo stesso dovrebbe ospitare ben 650 nuotatori iscritti alla terza edizione del trofeo Città di Palermo. "Si tratta soltanto dell’ultimo inconveniente in ordine di tempo - denuncia Giuseppe Giordano, responsabile dello Sport per la Democrazia Cristiana Nuova in Sicilia - e speriamo che si provveda a risolvere entro domani".

L'assessore allo Sport Paolo Petralia Camassa è ottimista: "Risolveremo il problema in giornata, abbiamo già rintracciato una ditta che ha le due pompe e che le sostituirà a breve, la gara si farà". Questa volta a guastarsi sono state le due pompe dell’autoclave. Nel primo pomeriggio Camassa ha riferito che la piscina riaprirà alle 18.

“E' inconcepibile che in una città come Palermo - continua Giordano - l’impianto comunale spesso debba rimanere chiuso per problemi legati a guasti alle pompe dell’autoclave, al malfunzionamento delle caldaie e ad altri improvvisi malfunzionamenti. Occorre invertire la rotta, investire sugli impianti e ‘salvare’ con lavori di manutenzione programmata quelli già esistenti che - conclude Giordano - sono le uniche risorse che migliaia di bambini e atleti giovani e meno hanno in questa città”.

Risale solo a due mesi fa l'ultimo guasto che aveva portato alla chiusura della piscina al coperto. L'impianto era tornato fruibile il primo marzo, alla vigilia di un altro importante evento sportivo: la finale europea del Telimar.

Bondì (Endas Sicilia): "Gestione dello sport fallimentare con Orlando"

"Il Comune di Palermo fino alle ultime settimane del mandato Orlando rimane coerente con la gestione fallimentare degli impianti sportivi. La piscina comunale da anni periodicamente viene chiusa e non si fa nulla per risolvere, negando continuità a un servizio per i cittadini. Lo sport resta ai margini, è totalmente dimenticato. L'assessore allo Sport, Paolo Petralia Camassa, insediatosi nel 2020, pur avendo le competenze non ha avuto gli strumenti per intervenire". Lo dichiara Germano Bondì, presidente regionale di Endas Sicilia, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, che ha organizzato il trofeo Città di Palermo, in programma sabato 23 e domenica 24 aprile.

Bondì che è anche presidente regionale di Anif, associazione nazionale impianti sport e fitness, appartenente a Confindustria, aggiunge: "Noi cittadini, operatori sportivi ed organizzatori di eventi sportivi siamo vittime dell'immobilismo di questa amministrazione non solo dal punto di vista della gestione pubblica. Anche sul fronte dell'iniziativa privata non si fa nulla per favorire gli investimenti: l'iter non è chiaro, non è fluido, non è più rapido. All'interno degli uffici tecnici si trovano soltanto ostacoli per la costruzione di nuovi impianti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasto alle pompe dell'autoclave: piscina comunale di nuovo chiusa

PalermoToday è in caricamento