Cronaca Via Giannella

Carini, una lite tra parenti si trasforma in aggressione ai carabinieri: 2 arresti

I militari intervenuti per sedare una rissa fra tre donne. Che degenera dopo l'arrivo del marito e del figlio di una delle tre. Proprio il più grande dà in escandescenza è si scaglia contro l'agente

G.A. 43 anni arrestato per aggressione ai carabinieri

Lite tra parenti si trasforma in aggressione ai carabinieri intervenuti a sedare la rissa. E’ accaduto ieri pomeriggio a Carini. In manette sono finiti G.A venditore ambulante pregiudicato di 43 anni e F.E, nullafacente di 32. Entrambi di Carini.

Intorno alle 12,30 una pattuglia di carabinieri è giunta in via Giannella. Secondo quanto raccontano gli inquirenti, i militari si sono trovati di fronte ad un litigio tra alcune donne, in particolare due signore madre e figlia, che verbalmente stavano aggredendo la cognata della donna più grande, per una diatriba riguardante l’occupazione di un appartamento. Mentre i carabinieri stavano per riportare la calma, sono arrivati G.A. e F.E. rispettivamente marito e figlio della signora più grande. I due hanno iniziato a inveire verbalmente contro la cognata di quest’ultima.

A quel punto, la situazione ha ricominciato ad animarsi. Mentre i militari tentavano nuovamente di portare alla calma il venditoF.E.-2re ambulante si è avvicinato ai a uno dei due carabinieri spintonando ripetutamente e rivolgendogli “frasi irriguardose ed ingiuriose”. I tentativi da parte dei carabinieri di mantenere la situazione entro i limiti della civiltà non sono andati a buon fine a causa dell’escandescenza dei due uomini intervenuti. Situazione che è diventata più focosa dopo “l’invito” dei militari a trasferirsi in caserma. G.A. si è scagliato addosso ai due aggredendoli. Bloccato a fatica l’uomo è stato arrestato insieme al figlio. Per i carabinieri solo qualche escoriazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carini, una lite tra parenti si trasforma in aggressione ai carabinieri: 2 arresti

PalermoToday è in caricamento