Case popolari a Ballarò, lo Iacp consegna i lavori: si farà anche la copertura del mercato

"Dopo anni d'attesa e un farraginoso iter burocratico" si sblocca la costruzione di 5 alloggi di edilizia popolare in via Chiappara al Carmine. Lo rende noto l'assessore Falcone: "Risanamento urbano con un'opera da 1,4 milioni". Orlando: "Risultato storico"

La vecchia copertura del mercato in piazza del Carmine in una foto d'epoca

Si sbloccano i lavori per la costruzione di cinque dei venti alloggi di edilizia pubblica popolare in via Chiappara al Carmine, nel quartiere Ballarò. Lo rende noto l'assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, sottolineando che lo Iacp ha consegnato i lavori "dopo anni d'attesa e un farraginoso iter burocratico".

Ai nuovi alloggi, che dovrebbero portare alla rivalutazione urbana di una parte dell'Albergheria, si accompagnerà la realizzazione di una copertura che richiama quella in stile liberty disegnata dal Basile in piazza del Carmine al servizio del mercato storico di Ballarò. Intervento quest'ultimo deliberato dal Consiglio comunale ad aprile dell'anno scorso (sulla scorta di un piano elaborato a partire dal 2017) e fatto proprio dalla Regione Siciliana, che lo ha inserito nella programmazione del piano operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale.

L'area mercatale coperta comprenderà diversi box per la vendita di carne, pesce e frutta e uno spazio centrale con le panchine, una caffetteria, servizi igienici e un info-point. Il progetto prevede anche la ripavimentazione con il recupero del basolato storico. Gli stand verranno assegnati con regolamento, dando priorità agli operatori attuali.

"Diamo finalmente esecuzione a un'opera del valore di 1,4 milioni di euro - dice l'assessore Falcone - in aggiunta ad un appalto da oltre 4 milioni per quindici alloggi sempre in zona Alberghiera. Per quest'ultimo intervento, l'Iacp procederà alla contrattualizzazione dell'impresa entro luglio".

L'avvio dei lavori costituisce per il sindaco Leoluca Orlando "un risultato di storico che conferma l'importanza della collaborazione a tutti i livelli fra le istituzioni e tra queste e i cittadini. In questa vicenda è stato infatti importantissimo il ruolo di Sso Ballarò così come di tutti i soggetti istituzionali coinvolti che si sono adoperati per superare ogni ostacolo. Ballarò si conferma cuore pulsante e luogo di stimoli per l'intera città. In un momento storico particolarmente difficile per la nostra economia e per la nostra città, il mercato di Ballarò può ambire a recuperare e rafforzare il proprio ruolo per il piccolo commercio, ma soprattutto può divenire un nuovo polo di attrazione per palermitani e turisti, con un recupero dell'area".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento